Attualità Modica 06/01/2014 13:45 Notizia letta: 3102 volte

In morte di Meno Assenza, poeta

Aveva 87 anni
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/06-01-2014/in-morte-di-meno-assenza-poeta-500.jpg

Modica - Il poeta si è spento. Ma la sua anima vivrà per sempre ancora nei suoi versi. Meno Assenza, fine poeta che ha cantato in siciliano la sua città, la sua terra, le emozioni, le sensazioni, e i valori pregnanti della sua gente, dopo una lunga malattia se n’è andato all’età di 87 anni.

“Ah putissi ‘gn’juornu aviri/ Vurricatu ‘nta n’agnuni / Ppi cummuogghiu ‘n muru a siccu / Cumminatu a mannaruni…/". (da ‘Muru a siccu). È bello ricordarlo così nel giorno della memoria, magari accompagnato da “li  ridda e li çicali” che “accurdati li viulina” suonano quasi fino al mattino. La città tutta si stringe al dolore della famiglia. L’eredità lasciata da Assenza è davvero ‘pesante’. La sua ricerca sulle radici della terra iblea è stata meticolosa e illuminante. E la lingua siciliana assume connotati straordinari per le capacità descrittive che Assenza è riuscito a trasmettere attraverso sonorità che si ritrovano non solo nelle sillogi e nelle opere del Nostro, ma anche nelle bellissime note e parole di “Specciu ri l’uocci miei” canzone che parla di una triste partenza…

E così Assenza se ne va… “E vinni l’ura ca t’agghia lassari”. Ciao Poeta.

Valentina Raffa