Attualità Modica

Bollette Tarsu, i dubbi di Vito Dantona

Parla il consigliere di Sel

Modica - Pagare, pagare, pagare. Non resta che pagare. Il saldo della Tarsu 2013 incombe, a distanza di poco dal precedente pagamento. Sì, ma almeno bisognerebbe fugare qualsivoglia ombra di dubbio sulla correttezza dell’importo riportato in bolletta. Per questo il capogruppo di Sel, Vito D’Antona, interroga il sindaco, Ignazio Abbate, e l’Amministrazione comunale perché possa essere accolta la richiesta avanzata due volte da Cgil, Cisl e Uil di un incontro per esaminare la problematica e individuare un percorso che aiuti e agevoli i cittadini interessati sia nell’informazione, sia per le eventuali correzioni degli importi, sia riguardo una possibile rateizzazione del dovuto.

“Anche il sindaco non esclude che possano esserci degli errori nell’emissione degli arrivi – dice D’Antona -. Si tratta, tra l’altro, proprio di bollettini visionati dalle organizzazioni sindacali, che dovrebbero contenere esenzioni o riduzioni previste dal regolamento comunale Tarsu per le abitazioni con unico occupante, quelle occupate da pensionati ultra70enni con reddito Isee inferiore a 9mila euro, le abitazioni occupate da famiglie con disabili e abitazioni con famiglie con reddito Isee meno di 9mila euro. “Non bisogna dimenticare anche – dice D’Antona – che i patronati delle organizzazioni sindacali possono assumere un ruolo di filtro alle tante richieste di chiarimento, oltre a eventuali correzioni degli importi già notificati, evitando così l’afflusso allo sportello del Comune”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif