Attualità Comiso 10/01/2014 19:36 Notizia letta: 6532 volte

Un bando per edicola tabacchi all’aeroporto di Comiso

Nuove tratte
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-01-2014/un-bando-per-edicola-tabacchi-allaeroporto-di-comiso-500.jpg

Comiso - Trasferita la sede sociale della Soaco da piazza Fonte Diana (presso il Comune di Comiso) all’aeroporto, in via Generale Magliocco. Lo ha stabilito, in mattinata, l’assemblea dei soci della società di gestione.  Rinviato, invece il punto all’ordine del giorno relativo all’elezione del collegio sindacale. Intersac non aveva ancora designato i due membri che le spettano (il terzo componente è, invece, in quota Soaco).

Dopo aver fatto il punto sul lavoro sin qua svolto dal Cda, l’assemblea dei soci ha sollecitato il consiglio d’amministrazione ad avviare gli altri bandi per i servizi in aeroporto. Il primo, quello relativo all’affidamento dell’edicola- tabaccheria – articoli da regalo, è stato deliberato ieri dal Cda ed è già pubblicato  sul sito di Soaco.

Il 2014 si annuncia denso di news per lo scalo comisano. Innanzitutto, ci saranno nuove tratte certe: Dublino, Kaunas (Lituania), Pisa e Francoforte, tutte targate Ryanair. Partiranno tra la fine di marzo e i primi giorni di aprile. Poi ci sono le tratte per le quali le trattative sono, ormai, a buon punto. Si parla con sempre maggiore insistenza di collegamenti con Russia e Polonia, per quanto riguarda le tratte internazionali e con Torino per le nazionali.

Novità in vista, intanto, anche per la pista del Vincenzo Magliocco che, nel 2014, potrà far atterrare aerei di classe delta, ovvero aeromobili più grandi e, soprattutto, più “capienti” di quelli sinora arrivati a Comiso, in grado di trasportare sino a 280 passeggeri. Lo scalo comisano ha già ottenuto l’ok da Enac. A breve, partirà inoltre la procedura di rifornimento carburante con passeggeri a bordo, o in fase di carico e scarico. Questo permetterà di ridurre i tempi di turn over degli aerei.

Nelle prossime settimane, dovrebbe partire anche l’operazione ampliamento quote societarie. Il sindaco di Comiso, Filippo Spataro, durante la conferenza di fine anno, ha annunciato l’ormai prossima costituzione di una holding, al cui interno, nelle intenzioni del primo cittadino, dovrebbero trovare posto tutti gli enti pubblici, comuni compresi, che vogliono avere un ruolo nella gestione di Soaco. All'interno di questa holding, che racchiuderebbe tutto il pacchetto societario dell’ente casmeneo (il 35 per cento di Soaco), Comiso manterrebbe comunque il 51 percento.

Lucia Fava