Appuntamenti Modica 11/01/2014 14:30 Notizia letta: 1319 volte

Prorogata la mostra su Orazio Spadaro

Fino al 19 gennaio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-01-2014/prorogata-la-mostra-su-orazio-spadaro-500.jpg

Modica - Ci sarà tempo fino al 19 gennaio per visitare la mostra “La pittura di Orazio Spadaro nel Novecento modicano”, allestita a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) a cura della Fondazione "Giovan Pietro Grimaldi" e del Rotary Club di Modica.

L’alto numero di visitatori che nei giorni scorsi ha ammirato la rassegna dedicata al prete artista modicano e l’aggiunta di altre opere messe a disposizione da collezionisti privati a mostra già iniziata, hanno indotto gli organizzatori a posticiparne la data della chiusura, in modo da consentire una più ampia fruizione da parte del pubblico e soprattutto delle scolaresche.

Il percorso espositivo, articolato in tre sezioni (ritratti, pittura sacra e profana), comprende oltre cinquanta opere tra riproduzioni fotografiche e originali. Di queste, alcune sono di proprietà della Fondazione, altre provengono da collezioni private. In particolare, le riproduzioni fotografiche si riferiscono a tele di argomento sacro (vite di santi, ciclo mariano e cristologico) collocate nelle navate o negli altari di alcune chiese della Diocesi e non asportabili.

La mostra intriga per diverse ragioni. In primo luogo, concentra in un’unica rassegna le opere sparse nelle chiese di Modica, Ragusa, Rosolini, Noto, ecc. Secondariamente consente di ammirare quadri e tele mai esposte in pubblico prima d'ora, opere "invisibili" gelosamente custodite da collezionisti privati. Terzo, permette di valorizzare e far conoscere meglio l’opera del prete artista (1880-1959) da molti dimenticato, anche attraverso il confronto tra i quadri di argomento sacro e quelli dipinti en plein air, raffiguranti marine, bozzetti agresti o paesaggi. Quarto, getta le basi per avviare ulteriori approfondimenti sulla “scuola” artistica modicana di cui don Spadaro fu il maestro riconosciuto e della quale fecero parte fin dagli anni Trenta artisti come i fratelli Beppe, Enzo e Valente Assenza, Tanino Napolino, Giuseppe Malandrino e Giuseppina Frasca Spada.

La mostra osserverà i seguenti orari: da lunedì a sabato, dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 20.00.  

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg