Lettere in redazione Scicli 14/01/2014 12:35 Notizia letta: 2100 volte

Io, creditore del Comune senza bilancio

Riceviamo e pubblichiamo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-01-2014/1396118231-io-creditore-del-comune-senza-bilancio.jpg&size=741x500c0

Scicli - Gentile redazione,

sono un creditore del Comune di Scicli, che per delle forniture attende il saldo di quanto mi è dovuto.

Il consiglio comunale di Scicli non ha approvato il bilancio di previsione 2013. Da creditore voglio spiegare il disagio che questo comporta per i fornitori. 

Vorrei raccontare una cosa, che è una conseguenza del mancato aumento delle entrate e  dello squilibrio creato nella proposta di bilancio che era stata giustamente fatta dalla giunta. 

In seguito al mancato aumento delle entrate (l'IMU sulle seconde case,) il Consiglio comunale, in data 5 dicembre 2013, ha squilibrato la proposta di bilancio della giunta che era stata redatta sulla scorta del piano di riequilibrio dell'Ente approvato dal Consiglio in data 14 luglio 2013. I continui rinvii da parte dei consiglieri comunali hanno portato alla mancata approvazione del bilancio di previsione entro il 31 dicembre 2013, data entro la quale il settore finanze avrebbe potuto impegnare le somme iscritte in bilancio.   Tenuto conto che entro il 28 febbraio 2014 la Cassa depositi e prestiti accrediterà al Comune la seconda rata del mutuo di cui al DL 35 (Pagamenti alle imprese da parte delle Pubbliche Amministrazioni) di circa 3,3 milioni di euro, a causa della mancata approvazione del bilancio entro la fine dell'anno e quindi non essendoci gli impegni di spesa da parte del settore finanze, le imprese non potranno essere pagate con i fondi di cui alla seconda trance del mutuo della cassa DD.PP.   Il tutto recherà un danno rilevante alle imprese che aspettano che il Comune saldi i propri crediti.   Cordiali saluti. 

Giorgio Agosta