Lettere in redazione Scicli 16/01/2014 17:50 Notizia letta: 1988 volte

11 consiglieri: Non ci tiriamo indietro

Il bilancio va in consiglio il 28
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-01-2014/1396118209-11-consiglieri-non-ci-tiriamo-indietro.jpg&size=572x500c0

Scicli - Non ci siamo tirati indietro sin dal giorno dell’elezione e non lo abbiamo fatto neanche in questo momento particolarmente delicato per la città, allorchè la Giunta appena dimessa dal sindaco ha lasciato il Palazzo in balia di un bilancio squilibrato che conta ben due pareri negativi degli organismi tecnici dell’ente (il responsabile del Settore Finanze ed il Collegio dei revisori dei conti).

Per tale ragione, ieri sera, abbiamo perseguito sulla strada della responsabilità nei confronti dei cittadini continuando a varare atti propedeutici al bilancio 2013, quali tre delibere per debiti fuori bilancio (per lo più spese legali di avvocati che hanno prestato i loro servizi in favore dell’ente negli anni scorsi) ed il Piano Triennale delle Opere Pubbliche, con tutto ciò che l’attivazione dello stesso comporta in termini di bilancio ed agibilità dell’ufficio tecnico.

Tutto ciò nonostante l’allarme e la confusione generata in città anche da ambienti interni al Palazzo Comunale, da sempre in contrasto con questa parte del Consiglio comunale e con un atteggiamento politico diametralmente opposto alle forze che sono state elette a sostegno del sindaco Susino.

Incomprensibile, infatti,  l’assenza di ieri sera dai propri scranni dei consiglieri Rivillito, Miceli e Voi (Liste civiche) Puglisi e Ciavorella (Territorio) e Marino (Udc), mentre gli ex Pdl Venticinque e Caruso si sono allontanati poco dopo l’inizio dei lavori.

Proprio mentre il massimo consesso cittadino cerca di riparare ai danni compiuti da ex assessori che con grande cinismo e presunzione hanno cercato lo scontro frontale con il Consiglio Comunale pur di fare prevalere la propria posizione (con il rischio di mandare gambe all'aria un'intera città), una parte dimostra che l’interesse prioritario di alcuni consiglieri – anche in questo momento di grande difficoltà di ordine econonomico e sociale – è quello di esercitare una pressione politica sul Sindaco piuttosto che ricercare il bene della città.

Lo stesso primo cittadino, peraltro, in chiusura dei lavori ha chiesto l’aggiornamento della seduta al prossimo 28 gennaio, alle ore 19,00, comunicando all’assemblea che i tecnici da egli stesso incaricati avevano già approntato la nuova proposta di bilancio e che – i prossimi dieci giorni – serviranno alla Giunta per l'approvazione dello strumento di gestione economica e finanziaria dell'Ente, ed agli altri organismi competenti per esprimere i pareri di legge e risottoporla al Consiglio Comunale.

 

                                                                                                                                  Firme

Claudio Caruso, Marco Causarano, Gianpaolo Aquilino, Enzo Giannone (Pd), Guglielmo Scimonello (Megafono), Giorgio Vindigni, Bartolo Ficili (Misto), Guglielmo Ferro, Bernadetta Alfieri (SbC), Rocco Verdirame, Salvatore Pellegrino (Mpa-Pds).  

Lettera firmata