Attualità Scicli 20/01/2014 18:47 Notizia letta: 2679 volte

Savà: Buon lavoro a Susino

La maggioranza abbandona il primo cittadino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-01-2014/1396118175-sava-buon-lavoro-a-susino.jpg&size=667x500c0

Scicli - "Buon lavoro a Susino". Con queste parole si apre la nota di Giovanni Savà, coordinatore della coalizione Pro Susino che ha sostenuto il primo cittadino in campagna elettorale e fino ad ora componente della maggioranza. Quello che a primo acchito sembra essere un augurio, è nei fatti un divorzio, non si sa quanto consensuale, tra il primo cittadino e le liste civiche.

Il messaggio è assolutamente chiaro. "Il sindaco di Scicli, Franco Susino, ha deciso di interrompere il rapporto di fiducia con la coalizione che lo ha eletto e sostenuto - spiega a chiare lettere Savà in una nota diffusa ieri - Nel corso di un incontro tenutosi sabato sera, in municipio, il primo cittadino ha comunicato di aver deciso di dar vita a una nuova Giunta, grazie alle indicazioni dei consiglieri comunali Giorgio Vindigni ed Enzo Giannone. La coalizione che sin qui ha sostenuto il sindaco, non senza gravi e profonde divergenze di idee in questo anno e mezzo, prende atto di questa volontà, e affida al sindaco e ai suoi nuovi sostenitori ogni responsabilità su tutte le conseguenze che sul piano finanziario, oltre che politico, si registreranno da questo momento in poi, ivi compreso il paventato e mai auspicato dissesto del Comune". Insomma una dichiarazione di guerra con tanto di carte scoperte e che probabilmente segna una svolta anche nei rapporti interni alla maggioranza consiliare. Mentre il sindaco Susino lavora alla sua nuova squadra assessoriale, c'è dunque da prendere atto di questo nuovo importante passaggio politico. Intanto ieri mattina è stata affollata l'assemblea organizzata dal Partito democratico di Scicli per parlare sia dei problemi più impellenti della città che delle ultime vicende politiche.

Dall'incontro con i cittadini sono emersi vari argomenti: tasse, bilancio, funzionamento della macchina comunale. "I consiglieri e il partito - viene spiegato a fine incontro da alcuni militanti - si fanno carico delle esigenze sciclitane, dentro le istituzioni. In prima linea, perché la politica non si fa solo a mezzo stampa o tramite le reti sociali. Bollette pazze, Tarsu alle stelle, pasticci burocratici, maggioranze (ex) che scappano nei momenti decisivi. La politica Pd prova a risolvere queste tegole, chiaramente senza bacchette magiche ma con tanto lavoro. Bisogna andare avanti! Solo noi come opposizione stiamo cercando di lavorare al bene comune. E' mai possibile? ".

La Sicilia

Michelangelo Barbagallo