Cronaca Vittoria

Vittoria, arrestati due ladri d’appartamento

Sono Angelo Ventura e Antonino Mangione

Vittoria - Un assistente di Polizia in servizio al locale Commissariato, ma in quel momento libero dal lavoro, ha sventato un furto in un'abitazione nella giornata di sabato scorso.

Mentre passava tra le vie XXIV Aprile e Cacciatori delle Alpi ha notato tre soggetti che, con fare sospetto, stavano armeggiando con una finestra. Tra i tre, il poliziotto ha riconosciuto un noto pregiudicato, attualmente affidato in prova ai Servizi Sociali: Angelo Ventura, vittoriese di 30 anni. L'assistente ha subito chiamato la Sala Operativa del Commissariato e, mentre sul posto veniva inviata una Volante che si trovava poco distante, ha continuato a tenere il gruppetto sotto osservazione, rimanendo in posizione defilata. I tre agenti, una volta insieme, hanno deciso di intervenire per  bloccare i  ladri, ancora intenti ad armeggiare con la finestra. Ventura, in particolare, è stato sorpreso mentre aveva uno scalpello in mano e tentava di oltrepassare l'infisso, per introdursi nell'abitazione. Ad aiutarlo, gli altri due complici.

Alla vista dei poliziotti, i tre hanno tentato la fuga per via Cacciatori: due scappando in direzione di via Maltese e l'altro verso via Capitano Coria.  Durante la fuga, Ventura ha lasciato cadere a terra lo scalpello, successivamente recuperato dai poliziotti e posto sotto sequestro. Al termine  dell'inseguimento, però, gli operatori sono riusciti a bloccare solo due dei tre “topi d'appartamento”, mentre il terzo è riuscito a dileguarsi. I due soggetti bloccati sono stati immediatamente identificati e sottoposti a perquisizione personale. Ad agire, oltre a Ventura ed al ladro non ancora identificato, anche Antonino Mangione, vittoriese di 25 anni, fino a quel momento incensurato. Addosso a quest'ultimo gli agenti hanno travato un coltello a serramanico. Entrambi sono stati accompagnati in stato di arresto al Commissariato con l'accusa di tentato furto. Ventura è stato, inoltre, segnalato per la violazione dell’affidamento in prova ai Servizi Sociali. Essendo sottoposto a questa misura, infatti, ha anche violato le prescrizioni imposte, commettendo reati. Mangione, invece, anche per il possesso di armi. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria entrambi sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif