Appuntamenti Modica 21/01/2014 20:59 Notizia letta: 1972 volte

La grande ricostruzione settecentesca al Liceo Convitto

Presentazione del volume il 23
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-01-2014/1396118165-la-grande-ricostruzione-settecentesca-al-liceo-convitto.jpg&size=457x500c0

Modica - La ricostruzione degli edifici di culto e civili all’indomani del sisma del 1693 sarà l’oggetto di un libro la cui presentazione avrà luogo giovedì 23 gennaio alle ore 18.00 presso l’Aula Magna della Fondazione Culturale Ente Autonomo “Liceo Convitto”, promotrice dell’iniziativa. Il cospicuo tomo racchiude un compendio delle lezioni dello Storico dell’arte Paolo Nifosì, relatore nel Corso pluriennale di “Storia dell’Arte della Sicilia sud-orientale” promosso lungo gli anni dalla Fondazione modicana. L’opera, dal titolo “La grande ricostruzione settecentesca” analizza in modo sintetico ma puntuale la ricostruzione lenta ma inesorabile delle città del Val di Noto sconvolte dal terremoto del 1693 di cui ricorre proprio in questi giorni il 321º anniversario. Un cantiere lungo un secolo che ricostruì dalle macerie, riedificò su di esse, o a valle, intere città, chiese, palazzi e monumenti, secondo stilemi oramai tardo-barocchi le cui peculiari soluzioni formali furono quasi sempre opera di eccellenti “mastri” e “maestri” siciliani. Una ricostruzione nata da un comune sentire in cui poveri e notabili si unirono animati dalla medesima volontà di ricominciare, nonostante tutto, ed anzi, rifecero più belle le chiese come estremo atto di fede. A presentare il volume sarà il Prof. Giorgio Colombo, presidente dell’Ente e curatore dell’opera. Il volume si aggiunge agli altri due precedentemente pubblicati, ovvero il volume I che trattava dell’arte gotica, rinascimentale e seicentesca e il volume III che approfondiva l’Ottocento e il Primo Novecento nell’area sud-orientale della Sicilia con particolare riferimento al comprensorio modicano, testi che si rivelano preziosi e indispensabili strumenti di ricerca per quanti vogliono approfondire aspetti inerenti il patrimonio storico-artistico del nostro territorio.  Presiederà la presentazione la Prof.ssa Cristina Alfieri docente di Storia dell’Arte presso l’Istituto d’Istruzione Superiore ‘G. Carducci’ di Comiso.Ad impreziosire la serata, l’esposizione di un magnifico ostensorio d’argento del Settecento, opera del messinese Filippo Juvarra.

Giorgia Frasca Caccia
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif