Attualità Ragusa 22/01/2014 18:34 Notizia letta: 3761 volte

Youpolis: vogliamo un volo Comiso-Perugia

Voli immaginari
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-01-2014/youpolis-vogliamo-un-volo-comiso-perugia-500.jpg

Comiso - “Sfruttare le richieste degli operatori umbri e le voci di corridoio di questi giorni indirizzando tutto verso una proposta che, se tecnicamente realizzabile, può essere utile ed efficace”.

Il riferimento, è agli articoli apparsi in questi giorni sulla stampa del centro Italia: i commercianti dell’aeroporto perugino hanno infatti chiesto al presidente della Sase nuove prospettive per lo scalo umbro, e unitamente a ciò sono diverse le voci di corridoio secondo le quali c’è proprio l’idea di pensare ad una nuova rotta verso il Sud Italia.

Per questo Youpolis, movimento giovanile presente nelle Marche, in Umbria e in Sicilia, ha pensato di “prendere la palla al balzo” per proporre un’idea che può essere vincente. “Perché non pensare - date le richieste manifestate dall’Umbria verso il Sud - ad una rotta che unisca Perugia a Comiso, ovviamente solo se tecnicamente realizzabile e sostenibile a livello finanziario?”. L’idea, in rappresentanza di tutto il movimento, è illustrata dal presidente dell’associazione, Simone Digrandi, ragusano, e dal vicepresidente e coordinatore umbro, Michael Surace di Spoleto. Diverse le ragioni per le quali i due dirigenti del movimento reputano tale proposta ottimale: “Pensiamo a quanto l’Umbria attragga dal punto di vista religioso e non solo, verso luoghi come il capoluogo, Assisi, Todi, Spoleto, Foligno; e contemporaneamente, quanto speciale sia l’offerta turistica delle terre del Sud-Est siciliano, dal ‘MareBarocco’ ai luoghi di Montalbano. E pensiamo a quelle cose comuni che uniscono saldamente i due territori: le vie del cioccolato tra Perugia e Modica, quelle del Jazz tra il capoluogo umbro e Vittoria, quelle del folklore tra Gubbio e le feste patronali iblee - spiegano Digrandi e Surace - e perché non fare interagire, in tutto questo, anche le strutture turistiche delle due regioni tra di loro, molte delle quali, in entrambi i territori, stanno rivalutando l’importanza di realizzare realtà in linea con le caratteristiche del luogo, dando vita ad esperienze di vacanza uniche?”. Unitamente a ciò, si cita anche un altro motivo fondamentale: numerosissimi, infatti, sono i siciliani i quali, per motivi di studio o di lavoro, risiedono in Umbria, dai numerosi studenti iblei che frequentano l’ateneo di Perugia o la sede di Terni fino ad alcuni lavoratori che nei giorni scorsi hanno raccontato ai componenti dell’associazione il loro disagio negli spostamenti verso il Sud.

Il responsabile perugino di Youpolis, inoltre, spiega anche quale sia la situazione attuale dello scalo umbro: “Sono passati appena 3 mesi dalla buona notizia che l'aeroporto "San Francesco" di Perugia rientrava a pieno titolo tra i 41 aeroporti di interesse nazionale stilati dal Ministero dei Trasporti - spiega Surace - ma oggi notiamo già alcune prime ombre sul futuro del nostro aeroporto: pensiamo ad esempio ai commercianti che hanno evidenziato come ci sia stato un brusco calo dei passeggeri che hanno transitato nell'aeroporto perugino - forse dovuto anche alla chiusura della tratta con Tirana che garantiva la ormai fallita Bellair.  Adesso le istituzioni locali hanno esternato la voglia di aprire nuove tratte, in particolare due verso il nord Europa e l'altra verso il Sud Italia, su impulso della regina dell'aeroporto di Perugia che è Ryanair, presente anche a Comiso. Vista la fondamentale importanza che ha la compagnia irlandese per lo scalo perugino e considerato che entro la fine dell’anno la compagnia incontrerà nuovamente i vertici dell’aeroporto umbro, unitamente all’attuale processo di sviluppo dello scalo siciliano e in ragione degli aspetti sopra citati, proponiamo questa nostra idea”. L’associazione, quindi, auspica che Sase e Soaco possano prendere insieme in considerazione questa proposta, che viene da giovani che hanno a cuore i propri territori d’appartenenza: offerta turistica di luoghi unici in Italia ed esigenze di studio e lavoro alla base del target di riferimento di una tratta che può davvero funzionare. Insomma, per i ragazzi del movimento “l’unione fa la forza” e due realtà come quella perugina ed iblea, qualora interagiscano tra loro, potrebbero sicuramente dare vita, se fattibile, a qualcosa di speciale.

Alle considerazioni di Youpolis si associa anche il Comitato per l’Aeroporto di Comiso, realtà che, grazie al gruppo Facebook con oltre 17mila utenti, unisce tutta la comunità iblea nel sostegno allo sviluppo concreto ed efficace dello scalo ibleo. “Il Comitato - spiegano Manè Occhipinti e Marco Giuliana, rispettivamente presidente e vicepresidente del direttivo - si associa alla proposta dell’associazione Youpolis: se pensiamo che in questo momento è in crescita la domanda dell’incoming verso le città d’arte minori, le esperienze agrituristiche ed enogastronomiche, nonché le vacanze marittime, anche presso località balneari sino a pochi anni fa non conosciute come la costa ragusana e, in misura minore, il collegamento con Perugia rappresenterebbe un’ulteriore spinta verso quell’interscambio turistico, culturale ed economico di cui questa provincia ha bisogno.”

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg