Cronaca Ragusa 22/01/2014 14:28 Notizia letta: 1165 volte

Ibla, algerino violento allontanato da casa

Lei è italiana
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-01-2014/1396118159-ibla-algerino-violento-allontanato-da-casa.jpg&size=756x500c0

Ragusa - Il fatto aveva destato stupore nella pubblica opinione la settimana scorsa poiché la donna per ben due volte aveva rifiutato di denunciare le vessazioni e le percosse subite dall'uomo ai militari che però, sopraggiunti in flagranza per gli strepiti della lite avevano denunciato il nordafricano ripetutamente per maltrattamenti in famiglia, reato che prevede una pena detentiva da due a sei anni di reclusione.
Forse l'assenza della denuncia-querela della donna, forse l'assenza di precedenti dell'uomo, hanno spinto il giudice a non applicare la misura della custodia cautelare in carcere proposta dai carabinieri, preoccupati dal fatto che l'allontanamento dalla casa potrebbe essere una misura inefficace, essendo l'algerino perfettamente in grado di ritrovare la strada di casa e ritenuto dai militari capace di rientrare a casa per picchiare nuovamente la donna.
Sono stati nel recente passato riscontrati dai militari di Ibla diversi casi di percosse con la donna afferrata e trascinata per i capelli, presa a pugni e calci, causandole lesioni al volto, sputi in faccia e ingiurie molto offensive.
E perciò che i militari, pur non potendo vigilare l'uscio della vittima per ventiquattr'ore al giorno, tengono la casa sotto stretta osservazione, preoccupati dal possibile ritorno del violento fidanzato che al momento – borbottando – ha fatto la valigia e se n'è andato con l'intimazione a non ritornare né avvicinarsi. In caso contrario la misura potrebbe essere aggravata fino alla custodia in carcere.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg