Economia Vittoria 23/01/2014 16:06 Notizia letta: 1846 volte

Altragricoltura protesta davanti al parlamento Europeo

Il 29 gennaio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-01-2014/altragricoltura-protesta-davanti-al-parlamento-europeo-500.jpg

Vittoria - Ci sarà anche una delegazione di Vittoria alla manifestazione organizzata da Altragricoltura per il prossimo 29 gennaio davanti alla Sede del Parlamento Europeo. Si tratta di una assemblea di mobilitazione che ha lo scopo di fermare “il massacro nelle campagne italiane”.

“Molte iniziative- scrivono gli esponenti di Altragricoltura- sono state e si stanno realizzando in questi anni per sconfiggere, invertire, superare la crisi in cui è precipitata l'agricoltura italiana. Tutte hanno avuto gli stessi avversari: le scelte sociali e politiche che hanno portato alla crisi e le organizzazioni professionali storiche che, completamente delegittimate nella loro funzione di rappresentanza, continuano a mantenere lo status quo ad unico vantaggio della gestione delle quote di potere e degli interessi finanziari che ancora conservano. Noi, che siamo al tempo stesso movimento di lotta, rete di pratiche e luogo della rifondazione della rappresentanza sindacale, abbiamo assunto come nostro orizzonte quello della costruzione di una società in cui i rapporti sociali ed economici fra produttori e cittadini siano fondati sulla Sovranità Alimentare: il diritto di tutti i popoli di scegliere e determinare il proprio modello di produzione, distribuzione e consumo degli alimenti. Alla base della nostra azione poniamo tre obiettivi principali: quello del cambio delle scelte politiche che ci tengono nella crisi, quella di  promuovere e sostenere pratiche concrete di agricoltura sociale, quella di conquistare il diritto garantito costituzionalmente alla libertà di rappresentanza e tutela sindacale”.

“Sappiamo- proseguono- di essere parte di tante esperienze diverse che in questi anni si vanno conducendo e non abbiamo alcuna velleità di pensare che tutto si possa risolvere nel modo come noi pensiamo si debba e si possa fare. Dobbiamo, anzi, intensificare le relazioni fra i tanti che esprimono pensieri e proposte per ricostruire una forza che sappia rappresentare e tutelare gli interessi di agricoltori e cittadini che vi si riconoscono. La mattina di giorno 29 porteremo le delegazioni di agricoltori di diverse regioni, insieme alle Fondazioni Antiusura, nell'Udienza Pontificia in Piazza San Pietro e nel pomeriggio ci troveremo nella sede del Parlamento Europeo a Roma per tenere un'assemblea di lotta e mobilitazione. Vi invitiamo ad essere con noi per confrontarci e per cercare ancora una volta di trovare le condizioni per farci vincere la battaglia a tutela dei diritti dei nostri agricoltori a lavorare le nostre terre e dei nostri cittadini ad un cibo sano, a prezzo giusto in un territorio tutelato.

Nadia d'Amato