Lettere in redazione Modica 28/01/2014 16:13 Notizia letta: 4206 volte

La senatrice Padua bluffa sul gioco d’azzardo

Il contrappasso di Venerina
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-01-2014/la-senatrice-padua-bluffa-sul-gioco-dazzardo-500.jpg

Modica - Le parole sono macigni soprattutto se scritte sui quotidiani locali, nemmeno un mese fa. E' il 19 dicembre 2013 quando il M5S di Modica in un comunicato stampa denuncia il voto favorevole della senatrice Padua ad un emendamento, poi soppresso grazie ai parlamentari a 5 stelle, che penalizzava i Comuni che introducevano norme di limitazione del gioco d'azzardo, i quali avrebbero dovuto corrispondere i mancati introiti allo Stato. La lobby del gioco d'azzardo, dopo aver ricevuto regalie di diversi miliardi di euro dai politici, voleva la ciliegina sulla torta, in altre parole impedire alle amministrazioni locali qualunque azione penalizzante. Qualche ora dopo il comunicato M5S, la Senatrice risponde rivendicando il proprio voto. Non ha votato per sbaglio quel provvedimento, ma lo ritiene opportuno e afferma contrariata: " Bisogna poi avere il coraggio, nei prossimi atti di bilancio, di riuscire a fare a meno di una così consistente somma e dunque bisognerebbe trovare altre risorse ". Cosa avrà di così importante da dire su questo tema la senatrice, tanto da organizzare un convegno? Il titolo ci permettiamo di suggerirlo noi: "Come sostenere il gioco d'azzardo affermando l'esatto contrario”. La senatrice Padua pretende di votare a favore di una porcata indicibile, rivendicare il proprio voto e dare lezioni etiche sul tema. Cosi Scicli potrà assistere attonita alla presentazione della proposta di legge del PD sul gioco d'azzardo, proposta sbarazzina, quasi da opposizione. Eppure il PD, con la strana Maggioranza ha proposto e votato il maxi sconto di 2 MILIARDI di euro alle società del gioco d'azzardo giusto ad agosto dello scorso anno. Il comportamento paradossale della senatrice è perfettamente in linea con la doppia identità del PD: Renzi con F.I. all’opposizione, Letta con Alfano al Governo. E' ora di finirla di raccontare favolette edulcorate di sano spirito moralista. Sono troppe le evidenze che dimostrano una connivenza tra le Concessionarie e i Partiti di Renzi, volte a permettere facili guadagni sulla pelle dei cittadini più disperati. Troppo facile presentare proposte di legge quando si vota l'esatto contrario di ciò che si dice. Intere famiglie sono state distrutte dal gioco patologico, sono necessari limiti forti che non possono essere indolore per le Concessionarie. I parlamentari della Repubblica sono stati eletti per tutelare i cittadini, non gli interessi milionari di società che truffano i giocatori e li spingono fino alle estreme conseguenze. Mai ci saremmo immaginati tanta faccia tosta di fronte alle evidenze, siamo al ridicolo e all'offesa del buon senso dei cittadini. La sen. farebbe bene ad annullare l'evento se volesse conservare un po' di credibilità, tanto i programmi del PD sul gioco d'azzardo sono perfettamente noti a tutto il Paese. Ci risparmi un noioso convegno pieno di favolette e creature mistiche del bosco delle buone intenzioni. Se viceversa avesse cambiato idea può comunque esprimerla in Parlamento, anche se ormai è un po' tardi per recuperare 2,6 miliardi di euro della sentenza della Corte dei Conti. Intanto noi cittadini facciamo la fila per pagare IMU e Tares, subiamo l'aumento dell'IVA e paghiamo caro il prezzo della crisi con la chiusura dei presidi dello Stato e la riduzione dei servizi per i cittadini. In bocca al lupo Senatrice, siamo certi troverà la combinazione vincente tra illusione e realtà, alla fine come ebbe a dire Wilson Mizner “L’unica cosa sicura della fortuna è che essa cambierà”.

Cinquestelle di Modica