Cronaca Marina di Ragusa 29/01/2014 15:21 Notizia letta: 7198 volte

Ladro colto con le mani nel sacco, picchia padrone di casa

E’ un tunisino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/29-01-2014/1396118089-ladro-colto-con-le-mani-nel-sacco-picchia-padrone-di-casa.jpg&size=554x500c0

Ragusa - La Polizia ha arrestato Houssam Srioua, tunisino di 21 anni, residente a Santa Croce Camerina, per rapina in abitazione a Marina di Ragusa.  Era appena iniziato il turno delle Volanti, poco dopo la mezzanotte, la Sala Operativa 113 della Polizia di Stato di Ragusa e’ stata informata da diverse persone che vi era una colluttazione in corso tra il proprietario di un immobile ed un ladro, sorpreso in Via Vietri a Marina di Ragusa mentre rubava.  Sul posto si precipitavano 2 Volanti che in pochi minuti riuscivano a bloccare il criminale che stava per dileguarsi in quanto scoperto, ma al fine di fuggire colpiva in ogni modo l’uomo che l’aveva bloccato procurandogli delle ferite. Gli Agenti di Polizia una volta ammanettato, perquisito e condotto presso la Volante l’arrestato, ricostruivano i fatti con precisione, mentre altri operatori di Polizia continuavano le ricerche del complice che i presenti avevano segnalato.
I presenti, tra cui due onesti cittadini (uno dei quali addetto alla vigilanza presso la riserva naturale di Marina) che avevano bloccato il ladro, riferivano che pochi minuti prima di aver chiesto aiuto alla Polizia di Stato, avevano udito dei rumori provenire da un’abitazione limitrofa alla loro e che sapevano essere abitata prevalentemente nel week end, pertanto si recavano a verificare cosa stesse accadendo.  I due cittadini ragusani, sprezzanti del pericolo si introducevano nell’abitazione oggetto di furto, purtroppo senza avvisare preventivamente la Polizia di Stato e coglievano i due ladri mentre stavano ancora rovistando nei cassetti. I due delinquenti appena sorpresi si davano a precipitosa fuga, uno di questi faceva perdere subito le proprie tracce, l’altro veniva raggiunto sulle scale mentre tentava di fuggire dalla finestra che aveva poco prima infranto. Appena agguantato, Srioua si voltava e minacciava il cittadino con un grosso cacciavite tanto che questi mollava la presa; Srioua però veniva nuovamente bloccato da un altro cittadino che nel contempo aveva bloccato la via di fuga e chiamato la Polizia in aiuto. I due vicini di casa a quel punto si gettano addosso al ladro e tentano di bloccarlo. Le urla fanno si che in una tranquilla Marina di Ragusa, i presenti accorrono sul posto e continuano a descrivere quanto stava accadendo all’operatore di polizia del 113. Le volanti della Polizia arrivano appena in tempo per evitare la fuga, poiché l’arrestato tentava in tutti i modi di fuggire colpendo e ferendo chi lo aveva bloccato.
L’arrestato che aveva già perpetrato il furto all’interno dell’abitazione, difatti veniva trovato in possesso oltre che del cacciavite utilizzato, dapprima per forzare la finestra e successivamente per minacciare chi lo aveva colto in flagranza, anche di alcuni oggetti di valore sottratti dall’appartamento. Inoltre già preparato per portarle via diverse bottiglie di vino di valore ed apparecchi hi-fi ma è stato interrotto dai vicini di casa del derubato.
Al termine dell’operazione di Polizia, gli agenti hanno accompagnato il vicino di casa rimasto ferito alla Guardia Medica di Marina di Ragusa dove è stato medicato dal personale sanitario.  L’arrestato dopo gli accertamenti sulla sua identità da parte della Polizia Scientifica, dai quali è risultato regolare sul Territorio Nazionale in quanto i suoi genitori sono residenti in Italia da diversi anni, è stato condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del processo.
La Polizia di Stato in meno di un mese dall’inizio del 2014 ha tratto in arresto in Provincia di Ragusa ben 12 soggetti per furto in abitazione. Nel 2013 ben 67 sono stati gli arrestati per furto in abitazione e rapina, senza considerare coloro i quali sono stati denunciati in stato di libertà per la mancanza della flagranza ma che di questo grave reato risponderanno nei prossimi mesi davanti all’Autorità Giudiziaria.
La Squadra Mobile della Polizia di Stato con i suoi investigatori è già sulle tracce del complice dell’ arrestato e confida di individuarlo in pochi giorni considerati gli elementi raccolti.  Ancora una volta, la Polizia di Stato sottolinea l’importanza di una immediata segnalazione al 113 di un evento reato in atto, così come in questo caso, al minimo sospetto, è sempre meglio contattare la Polizia prima di prendere iniziative che potrebbero essere rischiose per l’incolumità dei cittadini. In questo caso i due onesti residenti di Marina di Ragusa hanno portato ad un grande successo, con l’arresto di un pericoloso criminale pronto a ferire chiunque si frapponesse alla sua condotta.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg