Cronaca Noto 02/02/2014 13:47 Notizia letta: 6898 volte

Noto, auto travolta da un torrente: muoiono due donne e una bimba. VIDEO

Sandra Tummineri, 33 anni, Maria Gioielli, 60 anni, e Marisol Latino di 7 anni
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-02-2014/noto-auto-travolta-da-un-torrente-muoiono-due-donne-e-una-bimba-video-500.jpg

Noto - Due donne e una bambina di 7 anni hanno perso la vita nelle prime ore di questa mattina dopo che l'utilitaria sulla quale si trovavano è stata travolta dalle acque di un torrente in piena per via delle abbondanti piogge. La tragedia è avvenuta in Contrada Romanello, nel territorio di Noto. Le vittime sono Sandra Tummineri, 33 anni, Maria Gioielli, 60 anni, e Marisol Latino di 7 anni. 

Viaggiavano in sette all'interno della Y10. 

Arrestato l'uomo alla guida, Antonino Restuccia, infermiere professionale, cugino della piccola di 7 anni. Gli è stato contestato il reato di omicidio colposo plurimo. 

"Non mi ero reso conto del livello dell'acqua". La famiglia tornava a casa da una cena, alle quattro del mattino. In un locale avevano festeggiato il compleanno di Restuccia. In sette viaggiavano all'interno dell'utilitaria dell'uomo. 

Il sindaco di Noto ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. 

Sull'auto travolta dal torrente in piena, una Y10, oltre alle tre vittime viaggiavano altre quattro persone che sono riuscite a mettersi in salvo e a dare l'allarme. Tra i superstiti anche la mamma della bimba di 7 anni che è annegata. Le sette persone a bordo dell'utilitaria, che farebbero parte di un unico nucleo familiare, rientravano da una cena. Sul posto sono al lavoro gli agenti del commissariato della polizia di Noto, che stanno ricostruendo la dinamica della tragedia.

I 4 SOPRAVVISSUTI STANNO BENE. I quattro sopravvissuti alla tragedia di Noto appaiono molto provati ma non è stato necessario sinora ricorrere alle cure dei sanitari. Sono due donne e due uomini che vengono ascoltati dagli investigatori del commissariato della Polizia di Stato di Noto, che stanno ricostruendo nel dettaglio la dinamica dell'accaduto. Secondo le prime indiscrezioni sembra che i sette, cinque appartenenti a un nucleo familiare e due amici, avessero partecipato a una cena nella zona di Noto che si sarebbe protratta a lungo. Quando la vettura sulla quale viaggiavano tutti assieme, una Y10, stava percorrendo un ponticello che consente l'attraversamento del fiume Asinaro, sarebbe sopraggiunta l'onda di piena del corso d'acqua, che si era ingrossato per via delle abbondanti piogge della giornata. Due dei sette occupanti sarebbero stati subito sbalzati fuori dall'abitacolo, mentre altri due sarebbero riusciti ad abbandonare la vettura. La Y10 con a bordo le due donne e la bambina rimaste intrappolate all'interno avrebbe invece continuato la corsa in balia dell'onda di piena. Le operazioni di recupero dei tre cadaveri sono ancora in corso e vedono l'impiego delle squadre di pronto intervento del Vigili del fuoco.

RECUPERATI I CORPI DELLE VITTIME. Sono stati recuperati da due  squadre dei Speleo alpino fluviale (Saf) dei vigili del fuoco di  Noto e Siracusa i corpi delle tre vittime dell'esondazione del  fiume Asinaro: una bambina di sette anni e due donne, una  trentenne e una sessantenne. Il medico legale è giunto sul posto  per gli accertamenti. Le indagini della polizia sono coordinate  dal sostituto procuratore di Siracusa, Caterina Aloisi. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg