Scuola Modica 04/02/2014 10:45 Notizia letta: 2370 volte

Gli scricchiolii a scuola, cento alunni mandati a casa

Serve la messa in sicurezza
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-02-2014/gli-scricchiolii-a-scuola-cento-alunni-mandati-a-casa-500.jpg

Modica - Se ne dovranno stare per qualche giorno a casa circa 100 alunni del Circolo didattico Piano Gesù di Modica alta allogati alla scuola De Amicis, vicino alla chiesa di Santa Maria del Gesù. ‘Strani’ scricchiolii al primo piano dell’edificio scolastico, infatti, hanno reso necessaria la predisposizione della prova di carico che, iniziata ieri, dovrebbe terminarsi nel pomeriggio odierno.

Dopo la segnalazione effettuata al Comune dal dirigente scolastico, prof. Francesco Tasca, venerdì mattina l’Ente ha comunicato alla scuola la necessità di potere operare sul piano, ovviamente dopo lo sgombero dei locali. Gli alunni dipendenti dalla De Amicis sono stati allogati in altre aule, mentre quelli della scuola d’infanzia dell’istituto scolastico Piano Gesù faranno qualche giorno di vacanza.

Si prevede di avere il responso della prova di carico già per domani e se, così come si ipotizza dagli uffici preposti comunali, non saranno stati ravvisati problemi alla struttura, i bambini da giovedì potrebbero già tornare in classe.

Alcuni genitori hanno lamentato il disagio e una scarsa informazione da parte della scuola sulla sospensione dell’attività didattica. Lamentano di non avere avuto il tempo di potersi organizzare tra lavoro e famiglia, ma il dirigente scolastico Giuseppe Fava di contro assicura che “la scuola ha contattato telefonicamente tutti i genitori degli alunni già venerdì, subito dopo la comunicazione da parte del Comune sulla necessità di effettuare la prova di carico”. “La scuola d’infanzia tra l’altro di sabato è chiusa – dice Fava – per cui i genitori hanno avuto più tempo a disposizione per organizzarsi”.

Ad ogni modo si trattava di un controllo da dovere fare. “All’accensione dei caloriferi – spiega il dirigente scolastico Fava – abbiamo sentito degli scricchiolii ‘strani’ che, comunque, hanno catturato la nostra attenzione. Qualche mattone del pavimento si è pure spostato. Potrebbe trattarsi di un fatto normale dovuto al riscaldamento e in seguito al repentino raffreddamento delle tubazioni, ma era necessario segnalare quanto accaduto agli uffici di competenza”.

Dal canto suo il sindaco, Ignazio Abbate, ribadisce come i tempi per effettuare i controlli saranno brevi. “Non riteniamo che ci siano pericoli per i bambini – dice – ma si rendeva necessario effettuare una prova che ci desse rassicurazioni in merito. Ipotizziamo che si tratti del rumore dovuto alla dilatazione delle tubature che fa muovere la sabbia attorno”. 

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg