Attualità Modica 07/02/2014 22:39 Notizia letta: 3766 volte

A Modica intellettuali e artisti entrano in orfanotrofio

L’ex scuola luogo d’arte
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-02-2014/a-modica-intellettuali-e-artisti-entrano-in-orfanotrofio-500.jpg

Modica - OM.

Non è un camion, ma Orfanotrofio Modica.

Gli orfani?

Artisti e intellettuali.

OM- “Orfanotrofio Modica” è il nuovo centro culturale e laboratorio di sviluppo territoriale per la città di Modica, inaugurato il 21 settembre scorso a Modica Alta. 

Da un progetto di Borgo per gli Artisti OM è il risultato del workshop “Stato Bastardo” di Andrea Bartoli e Farm Cultural Park, un intervento di riqualificazione degli spazi dell’ex scuola De Amicis, plesso di San Teodoro - Modica Alta, oggi sede di Borgo degli Artisti.

Dieci creativi hanno preso d’assalto le aule dell’ex scuola recuperando, per un nuovo utilizzo, vecchi materiali (di arredo scolastico e didattico) e riconvertendo i diversi ambienti in project room e luoghi d’accoglienza.
OM ospita gli interventi installativi di: Carmelo Nicotra Chain Chairs”, Cristina LaRocca “ Bastard Planet”, Emanuela Selvagio “ Adotta la tua lunghezza O.M”, Maddalena Migliore, Serena Fanara “Free climbing”. 
Gli interventi di arte urbana sono realizzati da Vlady Art “Obey” che copre il prospetto di via San Teodoro, VaneMade “String Art”, Lidia Castronovo con i suoi giardini verticali “String gardens”.
Il giardino rivive con la sperimentazione della garden designer Lidia Castronovo e lo spazio per i bambini è ideato e curato da Florinda Saieva e Vanessa Castronovo, il riciclo di materiale didattico e la costruzione di piccole capanne per un luogo accogliente, colorato e divertente. Spazi permanenti sono dedicati al food e beverage “Family Eitz” e “OM-lette” curato da Federica Schembri e Gianluca Rinzivillo.
Un ex scuola che cambia volto ma non nella sua funzione sociale di aggregazione e condivisione, all’insegna dell’arte, della cultura e del piacere dello stare insieme.

Redazione