Attualità Ragusa 10/02/2014 16:51 Notizia letta: 1300 volte

Youpolis si piange le foibe da sola

E Piccitto la consola
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-02-2014/1396117997-youpolis-si-piange-le-foibe-da-sola.jpg&size=750x500c0

Ragusa - Per due anni l'Associazione Youpolis ha denunciato il problema delle importanti "ricorrenze mancate" in città, e lo scorso anno era stato anche necessario organizzarsi in maniera autonoma il 10 Febbraio per commemorare l'eccidio delle Foibe.

Adesso, Il laboratorio di Ragusa di Youpolis esprime soddisfazione per la scelta, comunicata a mezzo stampa, dell'Amministrazione di "istituzionalizzare" dieci giornate annuali dedicate alla "Memoria" attraverso un concorso di idee aperto ad associazioni, comitati o gruppi cittadini per proporre eventi e manifestazioni specifiche. "Nel percorso trasversale di impegno civico che ci contraddistingue, che ci fa condividere il nostro pensiero su qualsiasi scelta - positiva o negativa che sia - di qualsiasi attore istituzionale", spiegano, "in questo caso esprimiamo soddisfazione piena per una scelta dell'Amministrazione, che ci dà risposta dopo anni in cui non è stato ascoltato il nostro disappunto sulla mancanza di eventi commemorativi per vicende di rilievo". Youpolis, pertanto, non può non partecipare in prima persona al concorso di idee bandito. Nello specifico, non appena si saprà come procedere, si presenteranno almeno due progetti relativi a memorie sulle quali già in questi anni si è lavorato tanto: dopo aver organizzato autonomamente un evento in tal senso l'anno scorso, il primo sarà ovviamente relativo alla memoria delle Foibe; il secondo, sarà la naturale prosecuzione di ciò che è stato denunciato sia nel 2013 che con il recente comunicato stampa condiviso lo scorso Gennaio: "come già detto espressamente lo scorso mese", infatti, "il nostro secondo progetto sarà relativo alla predisposizione di una giornata civile dedicata al terremoto del 1693, atto, come si è già detto chiaramente, a ricordare sia la tragedia del cataclisma e la memoria delle vittime, sia l'orgoglio e la riconoscenza verso i nostri concittadini che hanno avuto la forza di ricostruire la città consegnandocela come grande perla del barocco". In tutto questo, a detta del gruppo Youpolis di Ragusa, l'evento di commemorazione dovrà essere assolutamente affiancato ad iniziative nelle scuole, volte a far conoscere ai ragazzi la nostra storia locale e a trasmettere loro il grande esempio dei nostri avi che hanno saputo ritrovare la luce dopo la grande tragedia.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg