Attualità Modica 12/02/2014 18:06 Notizia letta: 1137 volte

Percorsi abilitanti speciali, il vuoto delle università siciliane

Parla l’on. Nino Minardo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-02-2014/1396117928-percorsi-abilitanti-speciali-il-vuoto-delle-universita-siciliane.jpg&size=679x500c0

Roma- Una richiesta di chiarimenti e di intervento nell’ambito delle sue competenze chiesti dall’on. Nino Minardo al Ministro dell’Istruzione Carrozza, riguardo alla mancata attivazione  dei percorsi abilitanti speciali, i cosiddetti PAS, da parte delle università e dei conservatori della Sicilia. La mancata attivazione, sottolinea l’on. Minardo, si configura in una scelta discrezionale inaccettabile e immotivata ancor più grave in quanto anche i conservatori musicali non attiveranno i percorsi per la A077 – strumento musicale,  dopo una loro iniziale disponibilità, nonostante il significativo numero di aspiranti  ai quali in questo modo viene negato il diritto alla formazione e al conseguimento del titolo abilitante.

Si tratta di una situazione inaccettabile ed è ben comprensibile il fatto che  questi docenti sono  arrabbiati e sul piede di guerra, anche per i non trascurabili risvolti economici. Vi sono, infatti, docenti risultati idonei a partecipare ad un PAS per una specifica classe di concorso che non potranno parteciparvi nella propria regione di appartenenza, come nel caso della Sicilia,  perché per quella specifica classe non è stato attivato ANCORA il corso.

Tale decisione è lesiva per le legittime aspettative di migliaia di precari che attendono da tempo questi Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) per conseguire, dopo tanti anni di servizio, l’abilitazione all’insegnamento e dopo che una legge dello Stato li ha previsti, per cui è imprescindibile la loro attivazione, così come previsto dal decreto n. 45 del 22/11/2013 Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, garantendo i precari che attendono, con giustificata apprensione, e che sarebbero penalizzati in previsione del prossimo aggiornamento delle graduatorie.

Considerato, inoltre, che l’attivazione dei PAS comporta un onere non indifferente per i docenti precari che devono sborsare  fino a 2.500, 00 euro E ANCHE OLTRE per lo svolgimento degli stessi e la cui  attività di formazione obbligatoria, l’on. Minardo ha chiesto al Ministro Carrozza, di promuovere l’attivazione dei PAS in tempi brevi a costi contenuti, al fine di consentire che i soggetti interessati possano avere il titolo già nelle prossime graduatorie per il triennio 2014/2017. Le richieste dell’on. Minardo sono a difesa di questi docenti che stanno subendo una situazione paradossale: si devono garantire i loro diritti, i docenti precari da anni garantiscono il funzionamento della scuola pubblica.

Redazione