Cronaca Modica 14/02/2014 11:21 Notizia letta: 2832 volte

Marocchino ai domiciliari si suicida

Era accusato di violenza sessuale
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-02-2014/1396117917-marocchino-ai-domiciliari-si-suicida.jpg&size=625x500c0

Modica - Si è tolto la vita impiccandosi. E.M.E.H, 54 anni, marocchino, è stato rinvenuto cadavere dalla polizia del Commissariato di Modica, che stava effettuando il controllo routinario in quanto il 54enne si trovava ai arresti domiciliari per abusi sessuali nei confronti della giovane vicina di casa, una 25enne modicana.

Sarà che pesante è stato per lui il fardello della condanna a 2 anni e 6 mesi, sarà che le condizioni in cui viveva, in una casupola piccola del centro storico, erano troppo limitanti, come più volte evidenziato dal suo legale di fiducia, l’avv. Emanuele Guerrieri, che, prima della condanna, aveva anche evidenziato come l’uomo necessitasse di qualcuno che provvedesse al suo sostentamento. Fatto sta che il 54enne l’ha fatta finita, poco prima che si ricorresse in appello.

L’uomo era stato arrestato dalla polizia di Modica lo scorso mese di luglio. Stando all’accusa, a maggio, mentre la vicina si trovava nel balcone di casa intenta a stendere il bucato, l’avrebbe afferrata da dietro verso l’interno della casa e, visibilmente alticcio, avrebbe iniziato a palparle il seno. La ragazza sarebbe riuscita a divincolarsi e a barricarsi dentro casa.

Il 54enne, che prima della condanna si guadagnava da vivere facendo muri a secco, tramite il suo legale aveva presentato istanza di revoca della misura o di una meno restrittiva, in quanto aveva bisogno di lavorare, perché altrimenti non sapeva di che vivere. 

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg