Attualità Santa Croce Camerina 19/02/2014 17:28 Notizia letta: 5193 volte

Cara la Tares per il commissario Montalbano

A Punta Secca
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-02-2014/cara-la-tares-per-il-commissario-montalbano-500.jpg

Santa Croce Camerina - Sta riservando non poche sorprese l’invio delle bollette Tares ai villeggianti delle zone balneari del comune di Santa Croce Camerina, relativo al saldo 2013. I bollettini da pagare tramite F24 in due rate (28 febbraio e 31 marzo) stanno suscitando le lagnanze dei villeggianti specie per la parte relativa alla quota variabile (componenti del nucleo familiare).

E’ stato stabilito d’ufficio, infatti, di indicare un numero di 4 persone, a prescindere dai componenti effettivi del nucleo familiare dei proprietari degli immobili. Il regolamento che è stato adottato dal Comune di Santa Croce Camerina, allegato alla delibera del Consiglio comunale n. 62, del 28/11/2013, infatti, al comma 3 dell'articolo 23 recita: “Per le utenze domestiche condotte/possedute da soggetti non residenti nel comune, ricorre l’obbligo di integrazione nella denuncia del numero dei componenti familiari occupanti l’immobile. Alle utenze intestate ai soggetti non residenti che entro il 31 gennaio dell’anno in corso non avranno presentato denuncia, verrà associato ai fini del calcolo della tariffa un numero di occupanti pari a quattro, fatte salve le verifiche d’ufficio”.

In diversi, una volta avere avuto contezza dagli uffici dopo essersi recati a palazzo del Cigno per chiedere delucidazioni, lamentano il fatto che, a prescindere dalla scelta che è stata adottata dall’Amministrazione, sarebbe risultato impossibile, ormai nel mese di novembre, presentare denuncia retroattiva sui componenti dell’immobile, al 31 gennaio del 2013.

Il pagamento della Tares è composto da tre tipi di tariffa: servizi indivisibili; quota fissa (euro/superfice) e quota variabile.

 

Michele Farinaccio
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg