Cronaca Modica 20/02/2014 18:43 Notizia letta: 4824 volte

Squilibrato con un coltello nella stanza del sindaco di Modica

Era fuori di se
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2014/squilibrato-con-un-coltello-nella-stanza-del-sindaco-di-modica-500.jpg

Modica - Attimi di paura a palazzo San Domenico. Un giovane extracomunitario, grondante di sangue, a dorso nudo, e presumibilmente armato di un coltello è entrato nella stanza del sindaco. Ignazio Abbate, nel tardo pomeriggio di oggi, si trovava fortunatamente in riunione in un’altra stanza del primo piano del palazzo di Città.

Il giovane, che sembrava fuori di sé, una volta raggiunto il primo piano non ha avuto esitazioni a dirigersi verso la stanza del sindaco. È entrato spaventando lo staff di gabinetto e, inveendo verbalmente contro tutti e proferendo frasi insensate, ha aperto la porta della stanza con un calcio ed è andato dritto a sedersi alla scrivania di Abbate.

Malgrado la tremenda paura, il personale ha cercato di fare ragionare l’extracomunitario che avrebbe messo a soqquadro la stanza. Secondo alcuni testimoni, questi, per tutta risposta, avrebbe infilzato sul tavolo un coltello che aveva con sé. Ma il possesso dell’arma bianca non sarebbe stato riscontrato successivamente dalla polizia che lo ha ammanettato.

Il giovane, non lesinando offese contro lo staff, se l’è presa anche con un cittadino modicano che si trovava malauguratamente al Comune per attendere il sindaco per conferire con lui. Sono stati diversi i tentativi di condurre il giovane alla ragione. Nel frattempo è stata chiamata la polizia municipale, la cui sede è ubicata proprio a palazzo San Domenico.

Il giovane era proprio fuori di sé e se l’è presa per prima col cittadino che attendeva Abbate, aggredendolo. Ma l’incubo non era ancora finito. Perché, una volta fuori dal Comune, ha sferrato un pugno in pieno volto a un vigile urbano che tentava di fermarlo. Si è reso necessario l’intervento di un’ambulanza del 118. Il fendente ha spaccato al vigile l’arcata sopraccigliare.

È iniziato l’inseguimento a piedi per corso Umberto I da parte dei vigili urbani ed è sopraggiunta la polizia del Commissariato di Modica, che è riuscita a fermare il giovane extracomunitario in pieno Corso Umberto, mentre cercava di dileguarsi in un via secondaria. Non c’è voluto poco. Perché il giovane che, come risulterà poi dalla visita medica effettuata all’ospedale Maggiore di Modica, era in piena crisi da stupefacenti. Faceva il pazzo. Durante l’ammanettamento anche un poliziotto è rimasto lievemente ferito e ha dovuto fare ricorso alle cure sanitarie. L’extracomunitario è stato piantonato e sottoposto alle necessarie cure mediche del caso. La polizia ha lavorato a ritmo serrato per valutare le possibili conseguenze del caso.

Irruzione al comune e aggressione ad un vigile urbano, il Sindaco di Modica Ignazio Abbate e l'Assessore alla Polizia Municipale Salvatore Lorefice porgono un ringraziamento alle Forze dell'Ordine.

 

Dichiarazioni del Sindaco di Modica Ignazio Abbate e dell'Assessore alla Polizia Municipale  Salvatore Lorefice:

“A seguito dell'episodio increscioso che si è verificato ieri e all'aggressione avvenuta questa mattina nei confronti di un agente della polizia municipale, vogliamo porgere un ringraziamento e rivolgere un pensiero agli agenti e alle Forze dell'Ordine che, con grande spirito di collaborazione, sono intervenuti tempestivamente, riportando l'ordine pubblico in città.

Ringraziamo i vigili urbani, gli agenti della Polizia di Modica e il Dirigente del Commissariato di Modica Maria Antonietta Malandrino per la tempestività con cui sono stati effettuati gli interventi e riportata la calma nel nostro territorio”.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg