Lettere in redazione Modica 20/02/2014 01:14 Notizia letta: 1913 volte

Rando: Tribunale di Modica, la cecità e la ragione

Riceviamo e pubblichiamo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/20-02-2014/1396117889-rando-tribunale-di-modica-la-cecita-e-la-ragione.jpg&size=667x500c0

Modica - Finalmente è giunto il momento di farla finita di utilizzare da parte del Comitato per il tribunale di Modica, il ramoscello di ulivo e il buon senso. Gli altri puntano i cannoni in faccia e sparano senza pietà. Le risposte date dal presidente del tribunale di Ragusa in ordine alla sentenza del CGA di negare l’utilizzo della struttura modicana è fuori da ogni logica.

Se non ricordo male il presidente a firma congiunta con il Procuratore della Repubblica di Ragusa hanno informato il ministero che al Tribunale di Ragusa la struttura presenta forti criticità? All’insaputa di tutti è avvenuto il miracolo,sono di colpo scomparse le criticità. E che dire sul risparmio della spesa che il Comune di Ragusa per reperire locali dovrà tassare i ragusani per trovare dove ospitare gli uffici anch’essi antisismici? Qualcuno pensa che per risparmiare qualche centesimo di euro di utilizzare la struttura modicana antisismica per mettere al sicuro almeno i fascicoli in modo da recuperare qualche sottoscala del tribunale ragusano per ricavare qualche ufficio? Come mai un cittadino per aprire una attività deve sudare le proverbiali sette camice per avere tutte le autorizzazioni e gli uffici pubblici possono tranquillamente vivere nella illegalità? Il Comitato deve voltare pagina e denunciare chi omette atti di ufficio in materia di sicurezza sul lavoro, sugli ambienti, sulle vie di fuga, antincendio e quant’altro.
Come mai non si parla dei continui rinvii dei processi, se le aule del tribunale di Ragusa erano insufficienti prima dell’entrata in vigore la legge di riforma come possono bastare le stesse aule per soddisfare le sopravvenienze del tribunale di Modica e della soppressa sede staccata di Vittoria? La domanda è qualcuno vede i disagi o si gira dall’altra arte? Questa riforma un risultato immediato lo ha già dato ed quello che sono notevolmente aumentate le notifiche più che raddoppiate, sulla efficienza della giustizia neanche a parlarne dovremo ancora aspettare almeno qualche decennio. Qualcuno dovrà assumersi la responsabilità degli atti che adotta e dovrà dare conto personalmente sullo sforamento della spesa senza motivo. Il Presidente Crocetta deve smetterla di fare proclami e se vuole per davvero salvare i tribunali soppressi in Sicilia che la legge di stabilità le offre deve incontrare al più presto il Ministro e fare adottare il Decreto correttivo prima del mese di settembre p.v. Il Sindaco di Modica assieme agli altri sindaci del comprensorio se ci credono ancora, devono protestare per davvero nelle sedi dovute iniziando dalla Prefettura consegnando NON DIMETTENDOSI la fascia tricolore. Per ultimo considerato che i modicani vengono sistematicamente definiti di essere campanilisti, quando poi nei fatti e nei comportamenti sono gli altri molto più viscerali, pretendono di avere tutto, facendo morire i territori dal punto di vista economico. Con l’avvio dell’iter legislativo sulla nascita dei liberi consorzi Modica pensi di traslocare coordinandosi con gli altri comuni che vivono lo stesso abbandono in ordine allo sviluppo così saranno soddisfatti sia il Sindaco Piccitto che il Presidente del Consiglio Comunale di Ragusa. Se poi ancora chi fa politica pensi magari in extremis di impegnarsi a far qualcosa battano un colpo prima che dovranno rispondere del loro disinteresse dimostrato fino ad ora ai cittadini prima che si andrà a votare. 

Modica 18.02.2014



Queste le dichiarazioni date alla stampa recentemente a Catania del sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta:

“Della sentenza del Cga bisognerà tenere conto”: è stato piuttosto chiaro oggi il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Beretta, a Catania per l’incontro di Campagna Etica 2014, rispondendo alle domande della stampa sul caso del Tribunale di Modica e commentando la decisione del Presidente Tamburini di non trasferire ugualmente uffici e servizi in quella che sarebbe potuta diventare una sede distaccata del Tribunale di Ragusa, nella sede del Palazzo di Giustizia di Modica.
“Sappiamo che la vicenda di Modica ha comportato notevoli tensioni – ha aggiunto Beretta -, e che qui un Tribunale di antica tradizione reclama la propria autonomia. Non si può negare che la riorganizzazione del sistema giudiziario abbia comportato delle problematiche. Ora si aggiunge una pronuncia della giustizia amministrativa a cui bisognerà dare in ogni caso un seguito, seppur nella prospettiva di una fortissima razionalizzazione delle risorse e quindi in forme e mode compatibili con questa razionalizzazione. Da parte del Ministero, daremo forme di sostegno e aiuto alla risoluzione del problema”.

Salvatore Rando
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg