Lettere in redazione Vittoria 22/02/2014 00:04 Notizia letta: 2720 volte

Totò Clemenza: Note sul concorso per stilisti Sicilia di Moda

Emaia e dintorni
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-02-2014/1396117876-toto-clemenza-note-sul-concorso-per-stilisti-sicilia-di-moda.jpg&size=333x500c0

Vittoria - Vorrei focalizzare l’attenzione su alcune dichiarazioni del presidente della Fiera Emaia circa il recente concorso per stilisti Sicilia di Moda svoltosi a Vittoria il 15 febbraio 2014. Così si esprime il presidente nell’intervista pubblicata sul sito di Video Mediterraneo: ”...c’è il classico Sicilia di Moda arrivato alla sua XII edizione, un Sicilia un concorso di giovani stilisti che varca il cosiddetto lo Stretto di Messina perché è diventato a caratura nazionale con una presenza di una accademia di stilisti di giovani stilisti internazionale quindi è un così come era stato promesso l’anno scorso ha varcato diciamo i confini regionali per far fare quel salto importante all’unico concorso regionale di giovani stilisti degli istituti professionali e delle accademie”.

(vedi http://www.videomediterraneo.it/notizie/attualita/12158-vittoria-presentata-kamo.html).

Mi preme sottolineare, per correttezza, che già nel 2010, con altri dirigenti e in occasione della VIII edizione, il Sicilia di Moda era passato da Concorso Regionale per Giovani Stilisti a Concorso Nazionale per Giovani Stilisti. Che già nel 2011 aveva visto in concorso stilisti internazionali. Che già nel 2008 aveva ospitato, non in concorso, uno stilista Persiano. 

Nel 2013 tutto è tornato indietro di un decennio. Annullato ogni progresso, declassato il concorso a regionale. Solo 4 scuole, nessun stilista. In compenso, il presidente della Fiera Emaia, durante la premiazione, dichiara che il concorso gode di ottima salute, che il futuro riserva grandi successi e che è stato fatto un gran lavoro da parte di una squadra tutta nuova di collaboratori tenuti sotto pressione dalla dirigenza. 

Arriviamo ai giorni nostri. 2014, 15 febbraio. Come promesso l’anno precedente il Sicilia di Moda diventa Concorso Nazionale per Giovani Stilisti (a dire il vero lo era già dal 2010, mah...). Standing ovation per il presidente e i suoi collaboratori... Peccato che in passerella, per il concorso, ci siano solo scuole e stilisti siciliani... Vabbè, direte voi, ma la Sicilia non fa parte dell’Italia? Tranquilli, godetevi lo spettacolo con attori, cantanti, ballerini, musicisti che la fanno da padrone per quasi tre ore quando invece dovrebbero essere solo un delicato e accattivante contorno. Anche perché a parlare di moda, di tendenze, di sartorialità, di accessori, di look ci pensa il comunicato stampa ufficiale pre e post serata. Nel comunicato pre serata si parla di attori, cantanti, ballerini, musicisti, registi, teatranti... Nel comunicato post serata si parla di politici che hanno premiato, di premiati, di attori, cantanti, musicisti, registi, teatranti... Lode a tutti questi professionisti dall’indiscusso spessore artistico ma... non si doveva accennare a quel concorso che, “grazie alla nuova dirigenza” da regionale è passato a nazionale? Non si doveva parlare anche, o forse soprattutto, di moda, tendenze, sartorialità, accessori, look?

Ma dai, siamo tutti figli di Sanremo... se ti piace la musica compra i dischi... in passerella come in TV regna lo show...

n.b.: tutti i numeri sopra e sotto elencati sono verificabili tramite documenti, fotografie e video in archivio.

Totò Clemenza