Attualità Modica 23/02/2014 10:06 Notizia letta: 1671 volte

Granata: A Modica il consumo di territorio sia zero

Tra paesaggio e turismo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/23-02-2014/granata-a-modica-il-consumo-di-territorio-sia-zero-500.jpg

Modica - È una Sicilia “nuova” quella pensata da Fabio Granata, già assessore regionale ai Beni culturali e Turismo e promotore nazionale Green Italia. E’ fondata sul ritorno alle ‘origini’ della cultura del territorio, con l’innesto di idee nuove che non contrastino con uno stile di vita che punti sulla qualità quale punto di forza da presentare ai turisti. L’idea è stata illustrata al convegno “Viaggio a Modica” all’auditorium Floridia.

Il turismo, tra scenari, tendenze e modelli emergenti, può diventare un settore trainante laddove non lo è mai stato, malgrado numeri comunque importanti, e nonostante le bellezze monumentali, paesaggistiche ed enogastronomiche di cui il Distretto del Sud-est, e in particolare il Val di Noto, dispongono.

“Manca la consapevolezza diffusa delle potenzialità di questo territorio che, unico al mondo, possiede una stratificazione storica del paesaggio che, sola, rappresenta un patrimonio di enorme valore”. Così Granata, che ha dato spazio a diversi contributi, tra proposte e modelli di successo già varati come quello di Scicli, dove, come ha illustrato il giornalista Giuseppe Savà, il “tutto aperto” dei siti culturali, grazie a giovani che hanno preso in mano il settore, ha fatto da calamita a turisti e viaggiatori, con ricadute positive sul territorio.

L’art curator Eleonora Aimone ha illustrato la risorsa che potrebbe essere rappresentata da un museo d’arte contemporanea, l’esperta cinematografica Claudia Caccamo quella di una ‘film commition’ per rilanciare il territorio, il tour operator Marco Antonio Costanzo quella di creare servizi che oggi mancano. Sarà concretata a Modica l’iniziativa lanciata dal Consorzio turistico, presentata dal vice presidente, Paolo Failla, dell’apertura dei siti culturali grazie ai detenuti, realizzando percorsi turistici di rilievo.

A soffermarsi sulla ricchezza rappresentata dal paesaggio sono stati l’arch. Salvatore Mancini e la sovrintendente Rosalba Panvini, che ha parlato di “salvaguardia del paesaggio, senza ingessarlo, bensì razionalizzando l’utilizzo del territorio”. Granata invece ritiene si debba puntare a “un consumo zero del territorio, al recupero della sua bellezza specie laddove è stato deturpato”. “È questa la sfida  – dice – restando fedeli all’immagine del paesaggio quale punto fondamentale dell’offerta del viaggio a Modica”.  

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg