Sport Scicli 24/02/2014 21:15 Notizia letta: 3528 volte

Monica Fidone, atleta

Il merito di Lele
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-02-2014/1396117859-monica-fidone-atleta.jpg&size=443x500c0

Scicli - “È tutto merito di Lele”: apre così il racconto della sua passione per lo sport, attribuendo l’incontro con la corsa campestre al consiglio del fratellino minore. Ma la passione di Monica Fidone per questa specialità dell’atletica leggera è autentica e profonda, come dice l’eccellenza dei risultati a oggi raggiunti. Tredici anni racchiusi in un metro e cinquanta di energia pura, un corpicino piccolo ma d’acciaio – quando corre è una macchina da guerra, codino d’oro al vento, il ritmo serrato che cresce e decresce controllato,– Monica quest’anno ha inaugurato la sua attività agonistica con una vittoria, sfacciata e chiara rispetto agli avversari, in occasione della fase d’istituto della corsa campestre provinciale.

La scuola dove frequenta la terza A, la Don Milani di Scicli, è prima occasione d’allenamento per la giovane atleta, seguita dal suo prof. di Educazione Motoria, Pippo Manenti, che, racconta ancora Monica – “tiene tantissimo alla corsa campestre, incoraggiando a dare il massimo anche chi non ce la fa, dandoci pure i consigli alimentari, soprattutto sulla colazione che precede la gara”. Alla fase d’istituto sciclitana sono seguite le competizioni provinciali, svoltesi a Vittoria, dove Monica Fidone ha ancora trionfato, con un primo posto per la categoria cadette, accompagnata dai compagni di classe Damiano Carpinteri, Andrea Ripa, Simone Drago, rispettivamente primo, secondo e terzo della categoria cadetti dell’istituto Don Milani, e da un gruppo nutrito di compagni di scuola, tra i quali Sara Quintino della I A, che ha conquistato un bronzo alle provinciali per la categoria ragazze.

Passa per un allenamento severo la passione di Monica, coltivata con tenacia e con un esercizio quotidiano di un’ora e mezza, festivi compresi, se si è in prossimità di una gara. La segue l’allenatore Franco Ruscica, che ha coadiuvato, già per due anni, gli sforzi della piccola atleta, pronta adesso per la fase regionale delle competizioni scolastiche, fissata per il 25 febbraio a Messina, e per la fase regionale dei Campionati Italiani di corsa campestre, che si terrà domenica 23 a Piazza Armerina. “Due gare importanti a distanza di due giorni”, e il faccino tondo e luminoso di Monica si scurisce un attimo. Niente di grave, è solo il timore legittimo pre-gara, quasi un buon auspicio per i campioni. “Mi consola l’idea che con me gareggerà a Messina Flavia Belluardo, una mia amica, che si allena con me, vincitrice della fase provinciale nel circuito delle superiori; fino all’anno scorso ha frequentato anche lei la Don Milani di Scicli”. Domani l’erba sotto i piedi sarà energia nuova per Monica, che intanto non si adagia sugli allori, dichiarando di non allungarsi a sogni di gloria futura, di “pensare oggi solo al presente”, scommettendo sulle carte costruttive della scuola e dello sport.

Elisa Mandarà
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif