Attualità Vittoria 27/02/2014 16:23 Notizia letta: 2916 volte

Vittoria, zona franca urbana

18 aree in Sicilia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-02-2014/vittoria-zona-franca-urbana-500.jpg

Vittoria - Partono le Zone franche urbane (Zfu) in Sicilia. 18 le aree dove le piccole e medie imprese potranno ottenere agevolazioni fiscali e contributive, con un limite complessivo di 181 milioni di euro. Si tratta di: Catania, Erice, Gela, Aci Catena, Acireale, Barcellona Pozzo di Gotto, Giarre, Messina, Sciacca, Termini Imerese, Trapani, Bagheria, Enna, Palermo-porto, Palermo-Brancaccio, Lampedusa-Linosa e la città di Vittoria. A quest'ultima sono riservati  9 milioni di euro.

Ad annunciarlo è stato il presidente della Regione, Rosario Crocetta, che ha presentato nei giorni scorsi, a Catania, le 18 aree interessate ed ha annunciato l'apertura del bando per accedere alle agevolazioni: dal 5 marzo è possibile inviare telematicamente le domande. Un'occasione imperdibile per chi volesse avviare una nuova attività imprenditoriale. Le città scelte sono state individuate come zone “a forte disagio”, quindi con necessità di incentivi per mettere in moto l'economia. Qui le imprese con i requisiti richiesti e che faranno domanda, saranno esentate dal pagamento di alcune tasse per 5 anni, e potranno beneficiare di riduzioni di altre tasse anche per più anni. Le imprese che hanno requisiti previsti per poter accedere ai finanziamenti potranno presentare le istanze a decorrere dalle ore 12 del 5 marzo e sino alle ore 12 del 23 maggio prossimo. La procedura non è a sportello, quindi l'ordine temporale di presentazione delle istanze non determina alcun vantaggio, né penalizzazione. Le domande devono essere compilate in modalità telematica sulla base di un facsimile predisposto dal Ministero, firmate digitalmente e trasmesse, con i relativi allegati, esclusivamente tramite la procedura informatica del sito internet del ministero dello Sviluppo economico (www.mise.gov.it) 

“E' una delle misure- ha detto Crocetta a proposito delle Zfu varate per l'isola in collaborazione con il Ministero per lo Sviluppo Economico e l'Anci- più forti mai avviate per lo sviluppo di aree a forte disagio della Sicilia. Inizialmente ne erano previste solo 7- ha ricordato ancora il Presidente della Regione- ma poi sono diventate 18, con l'inclusione di Lampedusa. Il tutto grazie a fondi regionali”. Ribadendo poi l'importanza economica del progetto, Crocetta ha anche dichiarato: “consente alle imprese che si insediano in quei territori di poter risparmiare per cinque anni su contributi e tasse e per altri cinque anni ancora c'è un ulteriore 50% di risparmio, considerando mediamente la progressione. A questo punto ogni Comune interessato deve coinvolgere la popolazione perché uno dei nostri obiettivi è che gli artefici dello sviluppo siano gli stessi abitanti delle città e dei quartieri interessati”. 

Nadia D'Amato