Appuntamenti Scicli 28/02/2014 15:58 Notizia letta: 3098 volte

Grazia Minicuccio. Piero Guccione la ricorda come un angelo

La giovane è scomparsa nel 2002
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-02-2014/1396117827-grazia-minicuccio-piero-guccione-la-ricorda-come-un-angelo.jpg&size=623x500c0

Scicli - Domenica 2 marzo alle ore 18.30, il Caffè letterario “Vitaliano Brancati” in collaborazione con l’Associazione “Grazia Minicuccio” di Modica, organizza nei propri locali di Via Mormina Penna n. 14 la manifestazione “Ricordo di un angelo”, una serata dedicata all’arte, alla cultura e alla solidarietà.

L’obiettivo della serata consiste nel raccogliere fondi per la realizzazione di un blocco operatorio annesso alla Clinica Ginecologica a Butembo-Beni in Congo attraverso la vendita di una incisione del maestro Piero Guccione intitolata “Ricordo di un angelo” e ispirata a un affresco di Melozzo da Forlì (XV secolo). Si tratta di una cartella a tiratura limitata (60 esemplari, più 25 prove d’autore), tratte da un’opera a pastello che nel 2010 il maestro Guccione ha donato alla Onlus modicana.

Il programma dell’incontro prevede gli interventi dello storico e critico d’arte Paolo Nifosì e della presidente dell’Associazione “Grazia Minicuccio” Rosetta Minardo. Sarà presente il maestro Piero Guccione. Nel suo intervento Nifosì approfondirà, con l’ausilio di slide e immagini, le forme e i linguaggi dei d’aprés di Piero Guccione, cioè le personali rielaborazioni di opere celebri di maestri del passato che lo hanno idealmente accompagnato durante il suo cammino d’artista.

Rosetta Minardo illustrerà la natura e gli obiettivi dell’Associazione nata a Modica in memoria di Grazia Minicuccio, scomparsa prematuramente all’età di 21 anni. L’Associazione, che si occupa di difendere la vita fin dal concepimento e tutelare i diritti dell'infanzia e della famiglia, ha già realizzato una clinica di Ginecologia e Ostetricia a Butembo-Beni. Il ricavato della vendita sarà interamente devoluto alla realizzazione di un blocco operatorio, che completerà la dotazione ospedaliera di Ginecologia e Ostetricia della città africana.

Redazione