Attualità Scicli 28/02/2014 17:52 Notizia letta: 2502 volte

La cicala di Carnevale

Canocchia e mandarino
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-02-2014/la-cicala-di-carnevale-500.jpg

Scicli - Non è ancora arrivata la primavera, ma da un anno a questa parte ogni inizio di primavera, dedico un piatto a questa stagione meravigliosa. 

Per me la stagione più bella, perchè si risveglia la natura e ci dona, prodotti della terra e del mare meravigliosi ed è per questo che oggi vi regalo il mio "Omaggio alla Primavera 2014".    E' un piatto semplicissimo, dove la cosa importante è l'equilibrio di sapori e le dosi esatte, un piatto che sembra un quadro, un sapore che è poesia: la semplicità di unire i doni di madre natura, spendendo neanche 50 centesimi, ma solo una capatina dal fruttivendolo, una dal pescivendolo e una passeggiata tra i campi.   

"Canocchia del Mediterraneo, su zuppetta di mandarino, germogli vari, fiori di campo, sale aromatizzato alla vaniglia bourbon, olio d'oliva e prosecco".  

Ingredienti (per una persona): n. 2 canocchie vive n. 2 mandarini foglioline di prezzemolo finocchietto selvatico la punta di un asparago selvatico n. 1 fiore di malva n. 3 fiori di calendula n. 1 fiore di agretto olio di oliva un cucchiaio di prosecco sale alla vaniglia      

Procedimento: spremete i mandarini, mettete il succo in un piatto fondo e adagiate gli ingredienti come da foto mettendo per primo le canocchie, in modo che quando il piatto sarà  terminato. L'acidità del mandarino marina leggermente il pesce.  

Per ultimo il sale alla vaniglia!  

Non vi sazierà, ma vi assicuro un viaggio di sapori!

Luca Giannone