Lettere in redazione Ragusa 28/02/2014 15:07 Notizia letta: 2603 volte

Il randagismo? Non sia teatro politico

Replica a Sonia Migliore
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-02-2014/il-randagismo-non-sia-teatro-politico-500.jpg

Ragusa -  Ancora una volta, il tema del randagismo viene utilizzato, politicamente, per fini di speculazione propagandistica. L'interrogazione della consigliera comunale di Ragusa, Sonia Migliore, stavolta offende la logica delle cose e la buona volontà di tante persone che, da più di vent'anni, si battono nella nostra provincia per arginare i pericoli derivanti dall'emergenza randagi.
La Migliore, senza conoscenza alcuna, ad occhi bendati, si lancia, ancora una volta (e riusciamo a capirne il perchè), in una "santa" crociata contro l'Aida, contro gli animalisti, contro i risultati eccellenti raggiunti in questi primi otto mesi di gestione del Rifugio Comunale.
Nel comunicato, appena partorito dal suo addetto stampa, fa un gran minestrone di cose palesamente inesistenti e di altre palesamente scorrette. Parla di assistenza sanitaria, di cure veterinarie e di fornitura di farmaci da parte dell'Asp, "ancora" senza alcuna cognizione. Basterebbe chiedere all'Ufficio preposto per capire (sempre che ne sia capace) che questo aspetto funziona in maniera diametralmente opposta. L'Aida, infatti, pur non avendone obbligo secondo la normativa vigente, affronta le spese veterinarie e si fa carico anche del pronto soccorso h24 senza batter ciglio. Rendiconta il tutto costantemente al Dirigente del Settore I e fornisce tutti i dati relativi alle spese sostenute, ai ricoveri degli animali, alle adozioni, alle reimmissioni e allo stato di socializzazione degli animali stessi.
Il tentativo (inutile di per sè) di creare confusione (forse per bilanciare la "sua confusione" mentale), il miserevole tentativo di farsi campagna promozionale per le prossime elezioni (non avendo, forse, argomentazioni valide) diffamando e denigrando la nostra Associazione e gli animalisti che ci aiutano facendo volontariato, può solo creare dubbi "momentanei", senza pertanto ostacolare il buon funzionamento del Rifugio stesso. Abbiamo più volte chiaramente invitato i consiglieri comunali a visitarci; alcuni,come Morando, Gulino, Schininà, Zaara Federico sono venuti per comprendere e vedere il nostro lavoro; altri, come Chiavola, Tumino, Mirabella e D'Asta ci hanno garantito la loro disponibilità per migliorare i risultati da raggiungere. Della Migliore, invece, nessuna notizia, nessun desiderio di "conoscenza"... solo veleno, inutile veleno, dettato da cosa??? Anche in occasione della gara andata deserta abbiamo cercato il dialogo e ci siamo preoccupati di informare i consiglieri relativamente ad una decina di punti del bando che risultavano in contraddizione fra loro e per certi versi anche contrari alla normativa. Ma, anche in quel caso, cioè nella giornata del 14 gennaio scorso, la Migliore non ha avuto l'accortezza di intervenire. Oggi, paradossalmente, la stessa si domanda (ipocritamente?) del perchè il Dirigente continui a lavorare di proroga in proroga. Forse la risposta potrebbe darsela da sola, ma gliela suggeriamo noi: la nostra Associazione ha fatto rilevare, in un paio di incontri pubblici, talmente tanti aspetti da migliorare, talmente tanti dettagli da ottimizzare che l'Assessore e gli Uffici competenti, in queste settimane, hanno dovuto cimentarsi nella redazione di un nuovo bando, finalmente moderno e innovativo.


Come Presidente dell'Aida desidero invitare, ufficialmente, la Sig.ra Migliore a venirci a trovare per constatare, personalmente, che a Ragusa esiste uno dei migliori Rifugi siciliani, un servizio che funziona in maniera ottimale e un'Associazione che riesce a far adottare più del 50% degli animali ricoverati per malattie, incidenti stradali e traumatici abbandoni

    Le parole non servono, servono azioni e buona volontà.


Franca Schininà