Cronaca Palermo 03/03/2014 11:32 Notizia letta: 2097 volte

Arrestato un latitante su una nave

E’ un tunisino
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-03-2014/arrestato-un-latitante-su-una-nave-500.jpg

Palermo - Appena attraccato al porto di Palermo a bordo della motonave proveniente da Tunisi, ha trovato ad attenderlo i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Vittoria unitamente al personale del locale Ufficio di Polizia di Frontiera Marittima, al termine di un complessa attività info-investigativa condotta in sinergia dai due reparti.

E’ finita così ieri pomeriggio la latitanza di GUENDIL Kacem, tunisino cl. 88, domiciliato a Vittoria, celibe, bracciante agricolo, pregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti, tratto in arresto in ottemperanza all’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Catania su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia di Catania per i reati associazione per delinquere finalizzata al traffico, spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. L’operazione, denominata convenzionalmente “DUAL BAND”, era stata eseguita alle prime luci dell’alba del 10 gennaio 2014 ed aveva permesso di rintracciare e catturare nell’immediato 5 cittadini tunisini (BEDOUI MOHAMED HEDI, cl. 65, KHADIMALLAH MOHAMED BEN SALAH, cl. 80, AJEJ GHAZI, cl. 80, OUELASTI NOURREDINE, cl. 66, SAYARI IMED,  tunisino cl. 87).

Le indagini, dirette e coordinate dalla Procura Distrettuale  Antimafia di Catania ,  avevano consentito di  delineare  il ruolo e il contributo, fornito da ciascuno degli indagati , nell’ambito dell’organizzazione di appartenenza, individuandone i capi , i promotori e   i corrieri ,  dediti,  in maniera  abituale, alla vendita di sostanze  stupefacenti. La realtà  criminale  emersa dalle indagini  è risultata oltremodo allarmante  in quanto gli indagati avevano  dato vita a  due distinti gruppi criminali, dediti  al traffico e spaccio di ingenti quantitativi di hashish e cocaina che erano  acquistati da fornitori palermitani e poi  immessi  nel mercato nella  città di Vittoria.

Nel corso delle indagini, inoltre, erano stati sequestrati 900 gr. di hashish e 15 gr. di cocaina, e arrestati, in flagranza di reato di cui all’art. 73 DPR n. 309/90, dodici soggetti, oltre i destinatari delle misure. L’attività di compravendita e commercializzazione sul mercato poteva contare su un volume d’affari quantificato dagli investigatori attorno ai 20.000 euro mensili, con prezzi al dettaglio della droga che variava da 20 a 30 euro al grammo per l’hashish e da 80 a 120 a grammo per la cocaina. I quantitativi di stupefacente di volta in volta trattati era dell’ordine di non meno di 500 gr., per lo più in panetti.

L’operazione “Dual Band” aveva interessato i territori di Vittoria, Scoglitti e Santa Croce Camerina.

Guendil Kacem, dopo il suo rintraccio e al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Palermo “Pagliarelli” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria etnea, in attesa di essere sottoposto all’interrogatorio di garanzia.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif