Attualità Comiso 09/03/2014 18:03 Notizia letta: 3570 volte

Dissesto. Comiso si salva. In tre anni

Riequilibrio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-03-2014/dissesto-comiso-si-salva-in-tre-anni-500.jpg

Comiso -  E’ ufficiale: Comiso potrà riequilibrare in 3 anni. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che contiene la norma “salva Comiso”. In pratica, viene disposto che “nei Comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti, il cui riequilibrio finanziario sia condizionato da significative misure di riduzione dei costi e razionalizzazione delle società partecipate, l’ente possa raggiungere l’equilibrio entro tre anni compreso quello in cui è stato deliberato il dissesto”.

Questo significa che Comiso dovrebbe essere salvo. Si allontana quasi definitivamente lo spettro del commissariamento dell’ente, ipotesi prevista dal Tuel (testo unico enti locali) per quei comuni che non sono riusciti ad approvare un bilancio in equilibrio. Per la città della Dea Diana, dove l’ultimo bilancio risale al 2010, l’unico modo per riequilibrare è spalmare il disavanzo di quasi due milioni  di euro contenuto nel preventivo 2011 nel 2013. Possibilità che, adesso, viene concessa da questa modifica normativa.

L’atto, una volta pubblicato sulla gazzetta ufficiale, entra in vigore immediatamente, anche se gli effetti prodotti sono provvisori: i decreti legge perdono, infatti, efficacia se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione. Ma Comiso, stavolta, ha ottime speranze di riuscire a farcela. Al palazzo di città si respira, finalmente, un clima di ottimismo.

“Si corona un’azione politica ed una interlocuzione con i vertici del governo nazionale – commenta il sindaco Filippo Spataro – che abbiamo intrapreso all’indomani del nostro insediamento. Per riparare i danni ereditati – ha concluso il primo cittadino -  abbiamo dovuto persino cambiare la legge nazionale, operazione estremamente difficile ma oggi compiuta, anche se avremmo preferito tempi più celeri”.

 “La cornice normativa – ha aggiunto il vice sindaco Gaetano Gaglio -  finalmente ci consente la realizzazione di quanto programmato fin dalla campagna elettorale per riequilibrare il bilancio in tre anni e ricondurre l’ente alla normalità contabile. A differenza del passato, oggi siamo in grado di sfruttare la norma grazie agli sforzi fatti per mettere in piedi un bilancio 2013 utile, senza il quale nessuna modifica avrebbe potuto aiutare la città. Adesso stiamo intensificando l’interlocuzione con il Ministero dell’Interno per velocizzare la procedura di riequilibrio alla luce del decreto”.

I prossimi passi saranno l’approvazione in consiglio comunale del preventivo 2013, già approvato dalla giunta, e la sua trasmissione alla Commissione per la stabilità degli enti locali. “In caso di giudizio positivo sul riequilibrio – conclude Gaglio – potremo finalmente festeggiare per aver centrato uno degli obiettivi principali della nostra amministrazione e procedere sulla via dell’assorbimento di quanti aspettano, da tempo, di riavere il proprio posto di lavoro”.

Lucia Fava
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg