Cronaca Vittoria 13/03/2014 10:24 Notizia letta: 2258 volte

Perseguitava la ex convivente, ai domiciliari per stalking

Un 28enne
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/13-03-2014/perseguitava-la-ex-convivente-ai-domiciliari-per-stalking-500.jpg

Vittoria -  Alla prime luci dell’alba odierna i Carabinieri della Stazione di Vittoria hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Ragusa Dott. Andrea Reale concordante con la richiesta effettuata dal Pubblico Ministero D.ssa Monica Monego sulla base delle risultanze investigative acquisite dai militari della citata Stazione a carico di un 28enne vittoriese disoccupato pregiudicato, ritenuto responsabile, con condotte reiterate di minaccia e violenza, di aver molestato la ex convivente 24enne

Nello specifico i Carabinieri della Stazione di Vittoria accertavano diversi episodi messi in atto dall’arresto ed in particolare:

-       si era presentato ripetutamente presso l’abitazione dei genitori della donna, ove quest’ultima di era trasferita dopo aver interrotto il rapporto di convivenza, danneggiando più volte il portone d’ingresso, ed in particolare utilizzando un piccone, nonché urlando nei confronti della ex convivente con frasi ingiuriose e minacciose in evidente stato di ebbrezza;

-       presentandosi anche presso l’abitazione del nuovo compagno della donna unitamente ad alcuni suoi parenti, danneggiando lo specchietto destro e la vernice dell’autovettura della ex, sfondando successivamente il porto d’ingresso dell’abitazione del compagno costringendo i due a rifugiarsi per evitare ulteriori conseguenze fisiche;

-       molestando direttamente o anche mediante telefonate ed sms sull’utenza della donna e del nuovo compagno con frasi ingiuriose e minacciose;

-       avendola notata a bordo della sua autovettura in compagnia della madre, con uno scooter si affiancava alle predette e con un pugno dapprima rompeva lo specchietto retrovisore e subito dopo le rivolgeva alla ex frasi ingiuriose e minacciose. Successivamente avendola nuovamente notata a bordo della sua autovettura in via XX Settembre di Vittoria, invertiva la marcia della propria auto, ponendosi all’inseguimento della donna, ed incurante della presenza del figlio minore, tamponava più volte l’auto della ex convivente, la quale perdendo il controllo dell’autovettura urtava dapprima con  delle auto in sosta, schiantandosi infine contro un marciapiede, riportando lesioni , generando nella donna uno stato di soggezione, un disagio fisico e psichico ed un ragionevole senso del timore per la sua incolumità e per quella del figlio di 7 anni, al punto di modificarne le normali abitudini di vita.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria Iblea davanti la quale dovrà rispondere del reato di atti persecutori aggravati dal fatto di aver commesso il fatto nei confronti di persona con la quale aveva intrattenuto rapporto di convivenza, nonché nei confronti del figlio minore.

Si tratta del primo arresto per maltrattamenti contro familiari o conviventi effettuato dai Carabinieri della Compagnia di Vittoria nell’anno 2014, dopo gli oltre 20 casi trattati e risolti nel corso del 2013.

Redazione