Attualità Modica

Abbate scrive a Renzi per mettere in sicurezza il Liceo

Il caso del classico

Modica -  La messa in sicurezza del Palazzo degli Studi per qualunque via finanziaria è un obiettivo prioritario dell’amministrazione che intanto sta approntando la disinfestazione dei locali per garantire la igienicità e la sicurezza ambientale.

Nella conferenza stampa tenutasi, stamani, a Palazzo San Domenico il Sindaco, Abbate, il suo vice Giorgio Linguanti e l’assessore alla Cultura e PI, Orazio Di Giacomo, l’assessore alla viabilità, Pietro Lorefice, presente il dirigente scolastico, prof. Sergio Carrubba, la sua vice, Teresa Floridia, e una folta delegazione di alunni e del presidente dall’associazione “Amici del Campailla”, Michele Blandino e della vice presidente, Angela Allegria, hanno assunto impegni precisi delineandone i percorsi.

Il progetto di messa in sicurezza, che attualmente e in deposito alla Protezione Civile, è stato adeguato nei prezzi. La relazione che l’Ente invierà al Ministero della P.I. per poter usufruire del finanziamento, atteso che il capo del Governo destinerà 3,7 miliardi di euro per la sicurezza nelle scuole, lo quantizza in 6.892.000,00 di euro di cui solo 6 milioni, come ha spiegato Giorgio Linguanti, saranno destinati agli elementi strutturali. La scheda con la richiesta partirà a giorni.

L’intervento sul Palazzo degli Studi, come ha dichiarato, Orazio Di Giacomo, è prioritario rispetto a tutti gli altri.

Il Sindaco considera una vera emergenza la messa in sicurezza dell’immobile e di questo ha notiziato il Prefetto di Ragusa e il capo dell’istituto. Si comincerà, intanto, con la disinfestazione considerata la situazione in atto e si procederà con la sigillatura degli infissi dell’ultimo piano.

Ove non dovesse pervenire il finanziamento dello Stato si percorreranno altre vie: un intervento antisismico sull’immobile, con destinazione attività scolastica, con i fondi della Protezione Civile oppure un intervento a stralci prevedendolo nel futuro piano triennale delle opere pubbliche e in carico all’ente.

“La messa in sicurezza dell’immobile non è più rinviabile, commenta il Sindaco, ed è il tempo di occuparsi seriamente di questa questione dopo anni di discussioni sulle responsabilità e di chi doveva sostanzialmente intervenire. Lavoreremo per ottenere il finanziamento statale. Intendiamo recuperare tutto l’immobile allocando al secondo piano il Liceo Artistico che merita di essere ospitato nel centro storico della città. Se non dovesse concretizzarsi la copertura finanziaria, percorreremo altre vie per raggiungere l’obiettivo”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

Lo studente Cristian Piccitto ha poi consegnato al Sindaco le 1600 firme raccolte domenica mattina, in Piazza Matteotti, dagli studenti che hanno lanciato l’SOS sulla messa in sicurezza dell’immobile e il primo cittadino ha consegnato agli studenti copia delle lettera che invierà a Matteo Renzi con la richiesta del finanziamento.

Il dirigente scolastico, Sergio Carrubba, ha infine valutato importante il coinvolgimento dell’amministrazione, che ha ringraziato, per questa nuova battaglia in favore del Liceo Classico della città; una battaglia non solo, dunque, degli studenti ma di tutta a comunità.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif