Cronaca Vittoria

Arrestato Giorgio Iaquinoto

59enne vittoriese

Vittoria - Nella tarda serata di ieri la Polizia del Commissariato di Vittoria ha arrestato Iaquinoto Giorgio, vittoriese 59enne già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza.

Alla Polizia è infatti pervenuto un ordine di esecuzione per la carcerazione dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Palermo essendo divenuta definitiva, nel novembre scorso, la sentenza del Tribunale di Palermo che ha condannato Iaquinoto a 5 anni e 6 mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole dei reati di riciclaggio e di impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, aggravati dall’avere agevolato l’associazione mafiosa.

Iaquinoto deve ancora espiare un anno, undici mesi e 27 giorni di reclusione oltre al pagamento della multa di 7000 euro.
Le indagini dimostrarono che l’arrestato era solo in apparenza socio unico ed amministratore di una società a responsabilità limitata con sede a Carini che esercitava l’attività di commercio all’ingrosso ed al dettaglio di articoli elettronici.
Ciò emerse nell’ambito delle indagini finalizzate alla cattura dell’allora latitante Lo Piccolo Salvatore.

Iaquinoto era un semplice prestanome della società, lì messo per ostacolare l’identificazione della provenienza delittuosa di denaro, dei beni e delle altre utilità ed al fine di agevolare l’associazione per delinquere di stampo mafioso denominata “cosa nostra”.
In effetti la società era riconducibile a due soggetti tra cui il reggente del tempo della famiglia mafiosa di Carini che invece, formalmente, risultava essere assunto con la qualifica di magazziniere.
Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif