Giudiziaria Modica 16/03/2014 17:31 Notizia letta: 1774 volte

Via Trani, non luogo a procedere

Lottizzazione contestata
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/16-03-2014/via-trani-non-luogo-a-procedere-500.jpg

Modica -  Non luogo a procedere. È la decisione del giudice delle udienze preliminari del tribunale di Ragusa riguardo al procedimento scaturito dall’inchiesta sul costruendo palazzo di via Trani, vicino all’alveo San Liberale. I lavori furono bloccati a seguito dell’indagine effettuata dalla polizia provinciale su disposizione dell’allora procuratore della Repubblica di Modica, Francesco Puleio, dalla quale emerse che la palazzina ricadeva su una “zona di impluvio” definita come tale inedificabile.

Il fatto non sussiste. Così il Gup Giampiccolo per i 4 imputati, ovvero 2 dipendenti comunali e le due proprietarie del terreno. Si tratta dell’allora dirigente del Settore Urbanistica, Carmelo Denaro, di Antonino Gerratana, dipendente comunale in servizio al Settore Urbanistica, responsabile del procedimento per la realizzazione dell’edificio, e delle signore Silvana e Maria Di Rosa, ritenute beneficiarie e dirette istigatrici dell’illecito. Tutti erano accusati di abuso d’ufficio in concorso.

Per la Procura, che indagò a seguito della denuncia da parte dei residenti di un edificio limitrofo alla costruenda palazzina, la concessione per edificare in quella zona “fu rilasciata indebitamente”, non tenendo in giusto conto delle possibili conseguenze sulla regimentazione delle acque, considerato che quell’area di via Trani è un impluvio naturale, che convoglia l’acqua piovana di gran parte del quartiere Sorda. 

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg