Attualità Scicli 17/03/2014 17:17 Notizia letta: 62 volte

Il regolamento della cavalcata di San Giuseppe di Scicli

A beneficio dei partecipanti
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-03-2014/1396117697-il-regolamento-della-cavalcata-di-san-giuseppe-di-scicli.jpg&size=750x500c0

Scicli -  La festa e Cavalcata di San Giuseppe è un evento unico fra tutte le manifestazioni di devozione verso il santo Patriarca in Sicilia e non solo.

La Cavalcata è da considerarsi manifestazione religiosa a tutti gli effetti in quanto rievocazione della FUGA IN EGITTO. Non può quindi, pur prevedendo la presenza di cavalli, essere considerata assolutamente una manifestazione ippica.

Chi vi partecipa con qualsiasi tipo di cavalcatura lo deve fare in modo disinteressato, libero e spontaneo.

Nel rispetto delle norme vigenti di ordine pubblico, e per motivi organizzativi:

·       Le iscrizioni si ricevono da LUNEDÌ 17 marzo 2014 tutti i pomeriggi dalle ore 18:00 alle ore 21:00 presso la sede dell’associazione Culturale “Patriarca Folklore e Tradizione”; per motivi di ordine pubblico, sanitario ed assicurativo quanti vogliono partecipare alla Cavalcata devono effettuare l’iscrizione entro MERCOLEDÌ 19 marzo 2013;

-        Tutti i cavalli non bardati con fiori dovranno versare per motivi organizzativi una quota di iscrizione di € 20,00 come piccolo contributo che andranno a coprire le varie spese ;

-        All’atto dell’iscrizione i partecipanti devono produrre:

·    La generalità del proprietario della cavalcatura che parteciperà alla Cavalcata o la generalità del primo cavaliere che monterà la Cavalcatura, con fotocopia di un documento di riconoscimento dello stesso;

·    Fotocopia passaporto della cavalcatura;

·    Modello 4 “cosiddetto foglio rosa” relativo alla cavalcatura partecipante;

·    Fotocopia codice fiscale ai fini di rimborso spese o del proprietario della cavalcatura o di una persona indicata espressamente a suo posto;

·    Scheda compilata con le caratteristiche della bardatura che servirà per la presentazione televisiva della stessa (con scritto nome del gruppo, tema della bardatura, nomi dei partecipanti alla composizione del manto e CATEGORIA DI APPARTENENZA – curera, mezzo manto, manto sopra il ginocchio o manto completo).

-        Data l’ordinanza fatta ogni anno dal comune di Scicli di non far partecipare i cavalli non bardati, si chiede come requisito minimo a questi ultimi: un filare di campane, bisacce, ciaccare, o uno di questi accessori; pena la non partecipazione alla manifestazione;

-        Tutti i cavalli devono essere accompagnati non solo dal cavaliere in groppa ma da uno o più cavalieri a terra;

-        I CAVALLI NON BARDATI che si sono regolarmente iscritti e che hanno ritirato il numero all’atto dell’iscrizione si devono presentare sabato 21 marzo 2014 alle ore 18:00 DIRETTAMENTE PRESSO PIAZZA ITALIA e gli verrà consegnata presso il palco una medaglietta di partecipazione;

-        I CAVALLI BARDATI si devono presentare dopo le ore 19:00 presso via SAN GIUSEPPE e recarsi direttamente presso PIAZZA ITALIA. All’uscita dal sipario tutti verranno presentati e potranno ritirare il numero che serve ai fini della partecipazione al concorso, dopo di ciò possono incominciare a sfilare presso Piazza Italia, via Duca degli Abruzzi e Via San Bartolomeo. Appena tutti sono nel circuito verrà aperto il televoto e la giuria incomincerà a votare la bardatura ai fini della consegna dei vari riconoscimenti;

-        Subito dopo la presentazione e la sfilata di piazza Italia alle ore 20:30 circa si avrà la chiusura del sms voto e TUTTI I CAVALLI saranno diretti presso il Sagrato di Via San Giuseppe per la benedizione e l’assegnazione dei vari riconoscimenti. La sfilata con la Sacra Famiglia toccherà le seguenti vie: San Giuseppe, Corso Garibaldi, San Bartolomeo, via Ispica, San Bartolomeo, Nazionale, Santa Maria La Nova, Cava di Santa Maria La Nova, Carcere, San Nicolò, Corso Umberto, Corso Mazzini, Duca degli Abruzzi, Piazza Italia, Corso Garibaldi,  Galliano, Bixio, Dante Alighieri, Gesso, Santiapichi, Ventimiglia, Pasteur, Gesso, Stazzonai, San Giuseppe.

        Il carosello delle cavalcature deve essere fatto in modo ordinato, una cavalcatura dietro l’altra, evitando sovrapposizioni e soste, senza prendere iniziative proprie all’insaputa dell’organizzazione. In caso di imprevisti ad una cavalcatura, i responsabili della stessa prima di prendere qualsiasi decisione sono pregati di contattare i rappresentati dell’organizzazione con cui concordare il da farsi.

-        È diritto proprio ed esclusivo delle cavalcature bardate accompagnare la Sagra Famiglia lungo tutto il percorso ed avere la precedenza su tutti gli altri partecipanti;

-        Sarà proibita la partecipazione a tutte le cavalcature che non si sono iscritte e a quelle alle quali non è stata convalidata l’iscrizione con il rilascio del numero di partecipazione. Alle forze dell’ordine è demandata la vigilanza sul rispetto di questa proibizione.

-        Saranno esclusi dal contributo quanti non effettueranno in modo ordinato e decoroso l’intero percorso previsto della Cavalcata, ritornando di nuovo in chiesa per la Conclusione.

-        Al rientro della cavalcata presso la Chiesa di San Giuseppe, verrà assegnato il trofeo del Comune di Scicli per l’edizione 2014  secondo regolamento sotto descritto;

-        Essendo la bardatura in onore e per devozione al nostro santo Patriarca l’associazione organizzatrice CHIEDE  alla vostra cortese attenzione di esporre i manti nella giornata di domenica, nei pressi di via San Giuseppe e Piazza Italia ed ognuno è libero di abbellire e di scegliere la propria postazione a suo piacimento;

 

 

 

INDICAZIONE SULLE MODALITA’ DI RIMBORSO SPESE

 

L’organizzazione è consapevole delle dosi di impegno ed energia profuse nell’allestimento delle bardature e dello sforzo economico che questo richiede, per questo siamo grati verso chi, con passione e con dedizione, ogni anno contribuisce alla realizzazione della festa.

Ed è proprio in segno di gratitudine che l’associazione Culturale Patriarca Folklore e Tradizione si impegna a elargire l’intero contributo dato dal comune di Scicli, ed inoltre mette a disposizione dei bardatori l’intero ricavato dei biglietti venduti della lotteria di San Giuseppe e di eventuali sponsor al netto delle varie spese.

Quest’ultimo verrà consegnato la domenica durante la Cena serale a tutti i cavalli bardati al 100% e al 75%.

I vari contributi verranno suddivisi nei seguenti modi:

·    100% alla bardatura completa con balucu sotto le ginocchia;

·    75% alla bardatura con balucu fino al ginocchio;

·    50% alla bardatura con balucu a ferro di cavallo;

·    15% alla bardatura detta “curera”.

La stessa proporzione sarà effettuata ai pony premettendo che un pony ha un valore pari ad un quarto del valore del cavallo.

 

 

 

 

 

 

 

 

INDICAZIONE SULL’ASSEGNAZIONE DEL TROFEO “CAVALCATA DI SAN GIUSEPPE”

 

Premettendo che con la delibera di G.C. n. 26 del 4/02/2010 è stato affidato allo scultore maestro Carmelo Candiano l’incarico della realizzazione di una scultura in bronzo, quale trofeo da consegnare annualmente alla squadra vincitrice della cavalcata di San Giuseppe di Scicli, quest’anno secondo richiesta di vari gruppi di bardatori l’amministrazione comunale e l’organizzazione intendono mettere in palio tale capolavoro secondo seguenti restrizioni:

Prendono parte alla premiazione:

 

  • tutti coloro che lo chiedono espressamente all’atto dell’iscrizione;

 

  • tutte le bardature infiorate esclusivamente con fiori di Violaciocca (balucu);

 

Dove per bardatura si intende: Testiera, pettorale, collo, dietro e contorno di “spatulidda”, la composizione della bardatura può essere fatta con qualsiasi tecnica di lavorazione e deve essere munita delle tradizionali “ciaccare”, “bisacce” e “filare”.

La cavalcatura bardata oltre al cavaliere che la monta (che deve esser munito di abiti tradizionali siciliani), deve essere composta da almeno altri 3 palafrenieri sempre vestiti con abiti tradizionali siciliani.

La votazione avverrà tramite una giuria tecnica formata da numero cinque/sei componenti così composta:

-       n. 2 maestri fioristi di fama internazionale;

-       n. 1 Maestro Scultore;

-       n. 1 Giornalista di fama nazionale;

-       n. 1 infiorata di noto;

-       n. 1 presentatrice radio-televisiva.

Il trofeo sarà consegnato al gruppo di bardatori o con manto completo o con manto al 75% che avrà ottenuto il maggior numero voti.

Le bardature con manto al 50% e al 25% che prenderanno un’alta votazione da parte del pubblico, accederanno agli altri premi messi in palio da parte dell’associazione organizzatrice.

A parità di punteggio si procederà ad un’ulteriore valutazione e sarà tenuto in considerazione il parere dell’associazione Organizzatrice.

Il gruppo vincitore avrà diritto di trattenere il trofeo fino all’apertura della prossima festa dove, durante la conferenza stampa dell’anno successivo, gli verrà consegnata un riconoscimento che attesta l’anno della vittoria.

I vari premi messi in palio oltre al prestigioso premio del Comune sono:

1.     PREMIO POPOLARE (VINCITORE DEL TELEVOTO) ;

2.     PREMIO GIANNI VERDIRAME (Premia la novita’ 2014);

3.     PREMIO ARTISTICO (scelto dai M. fioristi - composizione dei disegni con fiori naturali);

4.     PREMIO GIOVANI DEVOTI (il gruppo formato dai piu’ piccoli – scelto dal giornalista);

5.     PREMIO PICCOLA BARDATURA (Poni più votato dal televoto);

6.     PREMIO SIMPATIA (il gruppo sportivamente più ordinato – scelto dal giornalista);

7.     PREMIO MIGLIOR TESTIERA (scelto dal Maestro Scultore);

8.     PREMIO TRADIZIONE (manto cucito o che richiama la tradizione – scelto dal M. scultore);

9.     PREMIO DEVOZIONE (assegnato dall’organizzazione).

 

IL PREMIO GIANNI VERDIRAME, SARA’ LA FOTO PER IL MANIFESTO EDIZIONE 2015

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg