Attualità Ragusa 19/03/2014 15:44 Notizia letta: 3044 volte

San Giuseppe, il Vescovo Urso benedice il pane

Prendersi cura della famiglia
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-03-2014/san-giuseppe-il-vescovo-urso-benedice-il-pane-500.jpg

Ragusa -  La famiglia deve essere messa al centro. Delle scelte politiche e sociali. Perché quando la famiglia frana, frana la società. Quando la famiglia, invece, è solida, la società rimane solida. E’ il senso dell’accorato messaggio lanciato dal vescovo della diocesi di Ragusa, mons. Paolo Urso, questa mattina, in occasione della messa celebrata al Santissimo Salvatore per la festa di San Giuseppe. Mons. Urso si è rivolto in particolare ai fanciulli della scuola elementare Santissimo Redentore, il cui coro, diretto da Gianfranco Chessari e Carmela Cascone, ha animato la celebrazione religiosa in onore del Patriarca.

“La figura di San Giuseppe – ha chiarito il vescovo rivolgendosi ai più piccoli – è la figura di uno che si prende cura. Anche perché il Signore aveva stabilito di mandare nel mondo suo figlio e aveva detto: ci vuole, però, chi lo faccia crescere. E allora ha pensato alla Madonna e a San Giuseppe. Quest’ultimo, in particolare, ha ricevuto come compito quello di custodire Gesù e Maria. I vostri papà e le vostre mamme si prendono cura di voi, vi custodiscono, vi difendono, vi aiutano. E così anche voi dovete essere custodi dei vostri compagni, dei vostri amici. Anche dei vostri genitori. Dovete custodirli con il vostro affetto e con il vostro amore”. Mons. Urso ha poi ricordato che oggi ricorre il primo anniversario del pontificato di Papa Francesco e che, sempre oggi, viene celebrato l’onomastico del Papa emerito, Benedetto XVI. Al termine della santa messa di oggi, concelebrata dal parroco del Santissimo Salvatore, padre Giovanni Mandarà, e dal parroco emerito, padre Giovanni Pluchino, oltre a padre Giuseppe Occhipinti, è stata effettuata la benedizione del pane di San Giuseppe. A conclusione della celebrazione religiosa, inoltre, i fanciulli del Santissimo Redentore hanno animato la tradizionale foto ricordo sulle scale del sagrato assieme al vescovo e ai sacerdoti concelebranti. “Questi festeggiamenti in onore del Patriarca – ha detto il parroco, don Mandarà – si chiudono con un chiaro messaggio rivolto alle mamme e ai papà perché possano riversare il proprio amore sulla famiglia, sui figli e anche al di là delle proprie famiglie, al prossimo in genere. Per quanto ci riguarda, vogliamo ringraziare le forze dell’ordine, la Bapr, la Sicil acque minerali, la Despar di Ragusa, l’agenzia Gulino Carmelo, la ditta Busso Sebastiano e tutti quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo speciale momento di aggregazione all’insegna di San Giuseppe. Per me era la prima volta da parroco del Santissimo Salvatore e ho potuto apprezzare la speciale devozione che i fedeli di questo quartiere del centro storico di Ragusa nutrono nei confronti del Patriarca”. 

Redazione