Cronaca Pozzallo 21/03/2014 15:41 Notizia letta: 1931 volte

Sbarchi, i ricongiungimenti familiari

Il riabbraccio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-03-2014/1396117663-sbarchi-i-ricongiungimenti-familiari.jpg&size=625x500c0

Pozzallo - Non solo indagini ed arresti a seguito dei maxi sbarchi dei giorni scorsi da parte delle forze dell’ordine, che sono impegnate anche nell’aspetto più “umano” dei ricongiungimenti familiari. “Al momento – dice il questore Giuseppe Gammino – ci sono 38 uomini, tra i padri e i mariti dei minori e delle donne che sono state portate a Pozzallo, che stanno arrivando da Porto Empedocle”. Questo avviene quando, in alto mare, avvengono le operazioni di salvataggio nelle quali si fanno prima scendere donne e bambini che finiscono in una nave che arriva ad una destinazione e poi gli uomini che magari arrivano in tutt’altra destinazione. Le richieste di ricongiungimento vengono incrociate, dato che avvengono sia da una parte che dall’altra.

In campo, per le operazioni di assistenza delle diverse centinaia di immigrati  sbarcati al Porto di Pozzallo, anche i volontari della Protezione civile di Ragusa. Il sindaco Federico Piccitto, a seguito di richiesta di intervento del Comune da parte della sede ragusana del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, ha disposto l'invio a Pozzallo di 12 volontari del servizio comunale di Protezione civile e di una pattuglia della Polizia Municipale che si sono messi a disposizione dei coordinatori delle operazioni di soccorso ed assistenza degli immigrati.

Le unità del servizio di Protezione civile del Comune hanno inoltre, presso l'ex azienda Don Pietro nella contrada ragusana Canicarao, provveduto ad allestire dodici tende, che sono state montate presso nella struttura e che sono destinate ad accogliere fino a 500 extracomunitari.

L'Amministrazione comunale ha inoltre disposto l'approvvigionamento idrico con  l'invio sul posto di autobotti d'acqua ed ha previsto un servizio di espurgo delle fosse imhoff esistenti nella struttura.

 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif