Attualità Modica 26/03/2014 11:03 Notizia letta: 5594 volte

Procotollo Comune-Curia per aprire San Giorgio, San Pietro e Santa Maria

C’è una bozza
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-03-2014/procotollo-comune-curia-per-aprire-san-giorgio-san-pietro-e-santa-maria-500.jpg

Modica - La presentazione di un’ipotesi di protocollo d’intesa per lo sviluppo sostenibile del comparto turistico della città è stata fatta ieri pomeriggio a Palazzo San Domenico.

La proposta si pone l’obiettivo di disciplinare il patrimonio culturale della città e in particolare quello delle Chiese ed è per tale ragione che il protocollo sancisce l’accordo tra Ente, Consorzio degli operatori turistici di Modica e la Diocesi per garantire e gestire le visite nelle Chiese di San Giorgio, San Pietro e Santa Maria di Betlemme.

Si intende regolare a misura di turista l’orario di apertura e chiusura e il servizio di guida dei luoghi sacri.

Hanno discusso della bozza di protocollo, il Sindaco, Ignazio Abbate, l’assessore al centro storico, Giorgio Belluardo, il presidente del Consorzio degli operatori turistici di Modica, Renato Nuccio, il suo vie Paolo Failla e i componenti il cda Francesco Frasca Polara e Daniele Cilia.

Presenti i parroci delle Chiese di San Giorgio, Giovanni Stracquadanio,  Marco Borrometi rappresentante della parrocchia di San Giorgio, e di Santa Maria di Betlem, Antonio Forgione.

La bozza del protocollo sarà nuovamente oggetto di confronto per una discussione utile a valutare le proposte sulle singole parti dell’accordo e il prossimo incontro è stato fissato per giovedì 27 marzo p.v. alle ore 16.00 a Palazzo San Domenico.

“L’accordo che sarà sottoscritto – commenta il sindaco – è uno strumento ulteriore per rinvigorire la sinergia tra ente, consorzio e rappresentanti delle comunità ecclesiali per favorire lo sviluppo del turismo in città che per questa amministrazione è riferimento centrale per lo sviluppo del territorio. La nostra disponibilità, peraltro, è massima ed è rivolta a determinare un’adeguata organizzazione dei siti in previsione della bella stagione che speriamo sia ancora più ricca di presenze turistiche”.

Redazione