Appuntamenti Ispica 28/03/2014 09:19 Notizia letta: 3366 volte

Ispica Francobollo d’Italia 1943-1992

Un libro di Nello Tringali
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/29-03-2014/1396104253-ispica-francobollo-ditalia-1943-1992.jpg&size=698x500c0

Ispica - In questi giorni è stato dato alla stampa un libro dal titolo “Ispica Francobollo d’Italia 1943-1992” a cura del Medico ispicese dott. Nello Tringali. Un appassionata raccolta di fatti e circostanze della propria vita a  partire dallo sbarco degli americani e dei canadesi a Porto Ulisse.

Figlio unico di modesta famiglia  contadina Nello Tringali viene designato dalla propria madre alla professione di medico che con non poca fatica riesce a ottenere mettendo la professione al primo posto e non posponendola mai alla sua seconda passione che è la politica.

Da ragazzo si impegna nel sociale e dopo la laurea intraprende l’attività politica fatta di impegno e sacrifici; diventerà segretario del partito Socialista ispicese, partecipa alla battaglie per la parità delle classi sociali, per l’assegnazione delle terre ai coltivatori, per lo sviluppo solidale della propria città.

Il suo merito è stato quello di avere portato la classe contadina e operaria al governo della città negli anni ’60.

Sindaco di Ispica nel 1967, assessore provinciale e vicepresidente della provincia nei primi anni ’70. Sino all’ultima partecipazione amministrativa della giunta dei Socialisti indipendenti nel 1985.

Il successo del partito socialista ad Ispica permise nel tempo di far si che Ispica potesse esprimere per anni una rappresentanza significativa nelle sedi provinciali e regionali del Partito Socialista e al parlamento regionale, con il contributo determinante di Nello Tringali.

Nel libro vengono riportate in  maniera  puntuale le liste, i voti per ciascuna lista, le percentuali per ogni partito, i candidati che si sono confrontati di volta in volta nelle competizioni elettorali dal 1947 al 1990.

Da questo punto di vista il libro rappresenta un punto di riferimento per gli appassionati e gli studiosi.

Non mancano racconti inediti quale: "Non si parte ”, "Tantu u principiu è forti quantu u desiderio veni a fini ”, "L’amico Gigetto",  "L’emigrazione moderna",  "Il “tappo” di piombo nei rubinetti", "La grande svolta nel PSI e nella politica italiana", "Riforma agraria in Sicilia. La prima grande vittoria dei coltivatori ispicesi", "La visita di Pietro Nenni alla Sezione PSI di Ispica", "L’acquisto di palazzo Bruno di Belmonte", "I racconti di un anziano socialista, "La prima amministrazione democratica della Provincia di Ragusa", "Il monumento alla Resistenza",  "Sandro Pertini Presidente della Repubblica italiana", "Le amichevoli pressioni per “la porcilaia”, "Cu ra pperi metti a cavaddu u primu cavici l’avi iddu”, "La visita zero, "La visita fiscale al Sindaco Quinto Bellisario", La “Giunta di Svolta”. 

E da rivelare la capacità dell’autore di mettere in relazione fatti e dinamiche politiche ispicesi con le politiche nazionali con le azioni di Governo e di opposizione e le refluenze che i detti fatti nazionali ed internazionali possono avere avuto sulla politica ispicese come forse non avviene  da tempo a tal punto che, quello vissuto dall’autore, che per essere legato alla sua professione non ha mai voluto abbandonare il suo paese, è stato un unico sistema politico e sociale, nazionale e locale tale da definire Ispica Francobollo d’Italia.

La presentazione avverrà Sabato 29 Marzo 2014 alle ore 18:00 a Ispica presso la Villa Principe di Belmonte.

Redazione