Giudiziaria Modica 29/03/2014 18:15 Notizia letta: 3766 volte

Ricatto sessuale, condannati i fratelli Arrabito

Minacciarono un imprenditore di Scicli
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/29-03-2014/ricatto-sessuale-condannati-i-fratelli-arrabito-500.jpg

Modica - Due condanne nel processo “Sexy gate” noto alle cronache anche come “ricatto a luci rosse”. 2 anni e 2 mesi di reclusione e una multa di 500 euro per Bruno Arrabito per il reato di sfruttamento della prostituzione, mentre è stato assolto dall’accusa di estorsione. Per l’imputato, difeso dall’avv. Carmelo Ruta, il Pm aveva chiesto 6 anni e 6 mesi di reclusione e una multa di 5mila euro. Condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione e a una multa di 1000 euro Massimo Arrabito, difeso dall’avv. Ignazio Galfo. La condanna giunge per il reato di estorsione, esclusa l’aggravante e la continuazione con il fratello e con Francesco Statello, già condannato con rito abbreviato a 4 anni e 4 mesi di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 5mila euro alla parte civile. Massimo è stato assolto dall’accusa di sfruttamento della prostituzione. Dovrà, inoltre, rimborsare alla parte civile 30mila euro e pagare le spese del processo. Fra 90 giorni saranno note le motivazioni e l’avv. Galfo si riserva di leggerle per decidere se ricorrere in appello.

Per l’accusa, la parte civile, ossia l’imprenditore sciclitano G.P., di 63 anni, era stato ricattato perché non venisse mostrato alla consorte il video hard che lo immortalava mentre intratteneva incontri hot con tre escort modicane in casa di uno degli Arrabito.

Ad arrestare i fratelli Arrabito e Statello furono di finanzieri del Comando provinciale di Ragusa, a cui si era rivolta la vittima, che si era detta stanca della continua richiesta di denaro.

Per la precisione, Massimo fu arrestato in flagranza mentre in una stazione di servizio di Scicli riceveva 3mila euro dall’imprenditore, soldi preventivamente fotocopiati dai finanzieri e che l’imputato ha sempre sostenuto fossero un prestito. L’arresto del fratello e di Statello è seguito a questo, con il rinvenimento in casa di Bruno della telecamera con la quale erano stati ripresi gli incontri a luci rosse, nonché di un supporto metallico con su registrato uno di questi incontri hard consumatisi nella casa di Bruno.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg