Attualità Modica 30/03/2014 14:21 Notizia letta: 4786 volte

A Modica la differenziata si chiamerà Garby

Gli Ecopoint
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-03-2014/a-modica-la-differenziata-si-chiamera-garby-500.jpg

Modica - “Incrementare la percentuale di rifiuti differenziati, ridurre la filiera del riciclo e abbattere l’inquinamento ambientale”. Tre importanti obiettivi che saranno presto a portata di cittadino grazie al progetto “Garby” che è già attivo in altre città d’Italia e che ha visto una sinergia di intenti tra la ditta proponente, la Naturalmente, di Modica, e l’Amministrazione comunale. Sette le postazioni individuate per allogare gli Eco point per il conferimento della differenziata (plastica e alluminio) e a queste si aggiungeranno quelle su suolo privato, ad esempio nei parcheggi dei supermercati.

Per incentivare i cittadini, il macchinario rilascerà uno scontrino conferendo un punto per ogni pezzo introdotto. I punti accumulati avranno un valore di buono sconto e buoni spesa da utilizzare in attività commerciali convenzionate. “Si viene a creare un ciclo virtuoso – dicono i due titolari della Naturalmente -. Questo parte dall’incentivazione al cittadino a differenziare i materiali, al coinvolgimento delle attività commerciali del territorio, aggiungendo un indiscutibile valore economico sia perché si possono riutilizzare le materie riciclate, sia perché diminuendo la percentuale dei rifiuti che va a finire in discarica, e, di conseguenza aumentando quella della differenziata, il costo della tassa sui rifiuti sarà meno esoso per tutti”.

Gli Eco point saranno allogati: nella piazzetta della Circonvallazione Ortisiana, vicino alla bambinopoli di via Sacro Cuore, nel piazzale Bruno, nel piazzale adiacente lo stadio Vincenzo Barone, nella piazzetta dei Martiri 29 maggio, nel piazzale Falcone-Borsellino, e in via Gianforma a Frigintini.

“La filiera virtuosa che si innescherà – spiegano i titolari della Naturalmente –partendo dal riciclo approderà all’industria della trasformazione e, quindi al commercio, bypassando alcuni passaggi della filiera senza Garby, come ad esempio la separazione dei materiali, la compattazione, e così tutto sarà più facile. Contiamo di coinvolgere appena possibile le scuole, perché l’educazione al rispetto dell’ambiente e al risparmio comincia in tenera età”.

Valentina Raffa
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg