Attualità Scicli 30/03/2014 18:33 Notizia letta: 2093 volte

Scicli è jazz

Cento anni e non li dimostra
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-03-2014/scicli-e-jazz-500.jpg

Scicli - La città barocca del Sud-Est siciliano si è trasformata in villaggio musicale. Ieri sera l’apertura della manifestazione-evento “Lo spettacolo del jazz” con l’avvio della mostra multimediale all’interno della galleria d’arte Quam e il primo concerto in rassegna con ospite d’eccezione il sassofonista di fama mondiale Max Ionata. Uno straordinario evento che ha dato l’avvio a “Vie Note”, rilanciando un progetto culturale che Tecnica Mista di Antonio Sarnari e Sicilian Beat di Alberto Fidone immaginano da tempo per la città barocca patrimonio dell’Umanità. La mostra multimediale “Cento anni di ritmi insoliti” è curata dal critico e studioso Francesco Martinelli e ha al suo interno una selezione di oltre 200 scatti in bianco-nero di Roberto Polillo dedicati agli artisti jazz più famosi al mondo, da Miles Davis a Bill Evans, da John Coltrane a Louis Armstrong, a Ella Fitzgerald. Scatti che l’allora giovanissimo Roberto Polillo, siamo tra il 1962 e il 1974, ha realizzato durante alcuni concerti in Italia per la rivista Musica Jazz di cui era direttore il padre Arrigo. Era allora un periodo magico in cui erano ancora in attività musicisti che avevano esordito negli anni Venti fino ad arrivare alle correnti più recenti del jazz e della sua affermazione nel mondo. La mostra è accompagnata da un percorso audiovisivo teso a far rivivere l’atmosfera del periodo e ad attrarre all’ascolto del jazz attraverso i musicisti ritratti nelle immagini fotografiche di Polillo. Ma “Vie Note” ieri sera ha accompagnato l’apertura dell’esposizione, dove tra l’altro è presente anche un completo bookshop, con un evento d’eccezione: un concerto del famoso sassofonista Max Ionata che si è esibito assieme ad altri due grandi musicisti,  Alberto Fidone al contrabbasso e Seby Burgio al pianoforte. Un meritato sold out per un concerto che ha coinvolto ed entusiasmato il pubblico grazie al virtuosismo musicale di artisti che hanno dialogato a fondo con i propri strumenti imprimendo il carattere dell’unicità alla ricercata esecuzione. Un vasto repertorio costellato da lunghi assoli e magiche improvvisazioni. Pubblico entusiasta che, a suon di applausi, è riuscito ad ottenere un gradito bis a conferma del successo di questo primo grande evento del circuito d’arte e musica “Vie Note”. La mostra sarà visitabile fino all'1 maggio 2014 con ingresso gratuito, da martedì a sabato dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, domenica e festivi dalle 17 alle 20. Il prossimo concerto in rassegna è per sabato 12 aprile con Dino Rubino. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg