Sanità Ragusa

Maurizio Aricò nuovo manager Asp Ragusa

Succede ad Angelo Aliquò

Ragusa - Qualche nome nuovo e qualche manager con esperienze nell'era Lombardo.

Ecco la nuova Sanità siciliana. Quella di Rosario Crocetta e Lucia Borsellino. La Sanità "della rivoluzione", come l'ha definita a caldo lo stesso governatore. Che però potrebbe avere immediate ripercussioni sulla maggioranza che sostiene il governo. L'Udc è ormai ai ferri corti col presidente. Mentre il segretario del Pd Raciti ha cercato fino all'ultimo di convincere Crocetta a non "forzare". Appello respinto al mittente.

La rivoluzione della Sanità siciliana, quindi, parte dall'annunciatissima nomina di Antonio Candela all'Asp di Palermo, e con quelle di Maurizio Aricò all'Asp di Ragusa, Ida Grossi a quella di Caltanissetta o di Gervasio Venuti a Villa Sofia. Ma ecco, tra i 14 nominati, anche qualche manager che ha ricoperto il ruolo di commissario con Raffaele Lombardo: Mario Zappia, Angelo Pellicanò e Gaetano Sirna. Fuori a sorpresa Pecoraro.

La notizia delle nomine è affidata a una nota di Palazzo d'Orleans: "La giunta di governo  stasera dopo avere ampiamente discusso, ha approvato il nuovo piano dei manager della sanità siciliana. Presenti il presidente Crocetta e gli assessori Vancheri, Cartabellotta, Scilabra, Bartolotta, Lo Bello, Stancheris, Borsellino, Bonafede, Marino, Sgarlata. L'assessorato alla salute ha tenuto conto dei seguenti criteri di scelta: la presenza di tutti i designati all'interno della lista dei selezionati; dall'apposita commissione di valutazione; che tutti i manager provenissero dalla sanità pubblica. Hanno tutti esperienza ospedaliera".

Poi, ecco il passaggio "spinoso" sulle esperienze passate dei direttori generali: "I nomi nella quasi totalità - fa sapere Crocetta - non hanno ricoperto incarichi precedenti di manager, eccetto tre. La scelta del governo si è basata sulla necessitá di rinnovare profondamente e confermare tra i manager precedentemente in carica solo coloro che si fossero distinti, oltre che per i criteri prescelti dalla commissione, per le performance di gestione e in particolare la riqualificazione dei servizi e per l'ottimizzazione della spesa. Spending review e rinnovazione sono infatti obiettivi prioritari dei manager. Nei nuovi contratti il governo inserisce anche la valutazione basata sul controllo degli obiettivi di spesa e del miglioramento dei servizi, che fanno parte integrante della valutazione annuale dei medesimi". Il presidente Crocetta, si legge sempre nella nota "ha voluto prima effettuare una scelta prima della ricomposizione degli assetti di giunta, per rimarcare il fatto che la decisione degli incarichi non possono essere assolutamente oggetto di mediazione politica, ma vanno effettuati sulla base delle professionalità e della trasparenza".

Ecco i manager designati:

Asp Agrigento - Salvatore Lucio Ficarra

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510057997-3-confeserfidi.gif

Caltanissetta - Ida Grossi

Catania - Mario Zappia

Enna - Calogero Muscarnera

Messina- Gaetano Sirna

Palermo - Antonio Candela

Ragusa - Maurizio Aricò

Siracusa - Salvatore Brugaletta

Trapani - Fabrizio De Nicola.

A.O. Cannizzaro di Catania - Angelo Pellicanò;

Azienda ospedaliera di rilievo nazionale e di alta specializzazione Garibaldi di Catania - Francesco Basile;

Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti "Papardo Piemonte" di Messina - Michele Vullo;

Azienda ospedaliera di rilievo nazionale e di alta specializzazione "Civico Di Cristina - Benfratelli" di Palermo - Giovanni Migliore;

Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti "Villa Sofia Cervello" di Palermo - Gervasio Venuti.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif