Attualità Modica 02/04/2014 13:49 Notizia letta: 3319 volte

Cantieri di servizio, a Modica, ricorsi rigettati


Warning: getimagesize(http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/1396439349_cantieri-scuola.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 547

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.ragusanews.com/home/site_new/admin/libs/functions.php on line 548
Parla il consigliere Cavallino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/1396439349_cantieri-scuola.jpg&size=0x500c0

Modica -  I ricorsi per i cantieri di servizio sono stati rigettati. “Speranze andate in fumo – commenta il consigliere Tato Cavallino firmatario di un’interrogazione urgente da discutere in Consiglio -. Il sindaco ci dica perché”. Cavallino sottolinea come fossero in tanti a sperare in un “ripescaggio”. “Gli errori riscontrati nelle richieste erano di forma e di trascrizione, commessi dai vari patronati, presumibilmente poco informati sulla compilazione delle domande – dice il consigliere -. Tutti i ricorsi sono stati bocciati senza che se ne conoscano le motivazioni”.

Cavallino chiede di sapere se il sindaco, Ignazio Abbate, illustrerà le motivazioni dell’esclusione dei ricorsi. “Questa situazione ha ancora una volta creato false speranze a tante persone che vedevano in questa temporanea opportunità di lavoro un’occasione per avere un reddito anche solo per 3 mesi – dice Cavallino -. Voglio ricordare al sindaco che la questione della presentazione dei ricorsi è stata enfatizzata, prolungando il termine di presentazione e  maturando, così, altre illusioni per tanti giovani e padri di famiglia in difficoltà economico-sociali”.

Abbate ribatte che “il Comune di Modica è avanti rispetto agli altri enti in questa vicenda cantieri di servizio”. “Sono già stati chiamati tutti i nuclei familiari che hanno fatto istanza, in quanto la legge consente che soltanto uno possa essere assunto. E abbiamo fatto firmare dando la possibilità di decidere chi dovrà lavorare. Nei prossimi giorni assegneremo il primo turno che potrà partire da qui a un mese. Questo per i cantieri esterni, mentre quelli interni partiranno dopo la chiusura delle scuole. Ad agosto partirà il 2° turno, visto che la Regione ci ha finanziato più progetti”.

Sul rigetto dei ricorsi, Abbate sottolinea che “tutti sono stati esclusi perché presentati da persone che hanno dichiarato di possedere terreni, case o altri beni. Questo contravviene ai criteri di base dei cantieri di servizio”.

Cavallino sferra anche un attacco politico quando auspica che il sindaco “non scarichi le colpe alla Regione che secondo lo stesso Abbate ha partorito un “mostro” riguardo ai cantieri di servizio. Ma di questo ci si doveva accorgere prima di buttare fumo negli occhi ai cittadini – conclude il consigliere –”.

“Mai assunto il merito dei cantieri di servizio – ribatte Abbate -. La Regione ha emesso un bando e noi abbiamo partecipato. Certo – prosegue – le cifre impiegate sarebbero potute servire per i cantieri di lavoro, con manovalanza specializzata, ma è dipeso dalla Regione”. A puntualizzare la differenza tra i cantieri di servizio e di lavoro era stato il consigliere Giuseppe Stracquadanio, che auspicava l’avvio dei secondi che danno maggiori opportunità in quanto vanno non solo a vantaggio dei lavoratori ma del territorio.

Valentina Raffa