Appuntamenti Milano 09/04/2014 21:10 Notizia letta: 2963 volte

Gli sguardi opachi di Carmelo Poidomani, a Milano

Allo studio Galimberti
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-04-2014/gli-sguardi-opachi-di-carmelo-poidomani-a-milano-500.jpg

Milano - Giovedì 8 maggio alle ore 18, presso lo Studio Galimberti di Milano s’inaugura “Sguardi Opachi”, 14 fotografie di Carmelo Poidomani (Modica, 1977) e residente a Bergamo. La mostra documenta una minima parte del lavoro che Carmelo realizza nella sua ossessiva curiosità visiva verso l’acqua, testimoniata dalla sterminata quantità di polaroid prodotte nelle condizioni di luce e di condizioni atmosferiche fra le più estreme che realizza nei ritagli di tempo, quando non si divide fra la moda, lo still life, e le altre attività di fotografo professionista.

Il titolo trae riferimento da un’esperienza didattica di Luigi Ghirri, dove si acquisisce la consapevolezza che fare fotografia è un percepire opaco, perchè l’immagine si forma e si rivela al buio, anche se utilizza materiali trasparenti. L’Opaco di questi lavori di Carmelo è l’avere indagato la natura fluida e trasparente dell’acqua nei suoi diversi stati, in microcosmi all’interno dei quali la sua presenza è percepita in modo ambiguo, aperto, ubiquo nel creare superfici e piani di realtà ingannevoli con i suoi riflessi.

Saranno esposte 9 immagini della serie “forme dei corsi d’acqua”, dove le piccole increspature perdono la loro trasparenza su fondi neri che azzerano qualsiasi profondità, dove lo sguardo si orienta verso le parti dell’immagine dove il soggetto costruisce le sue mutevolezze.

La serie “neve nel suo disciogliersi”, composta di 6 immagini, è fatta di corpi trasparenti, che si concedono nei contorni a un blu violaceo, immortalati nel loro veloce processo di scioglimento, che assorbiti nello sfondo nero che li contiene, si perdono in un’opacità che non concede ulteriori sopravvivenze.

Attraverso questo lavoro emerge uno sguardo onnivoro, che guarda la realtà con la consapevolezza dei confini labili fra i linguaggi che costruiscono “visioni” trasformandoli in immagini.

Per evidenziare le affinità formali e poetiche, accanto alle foto di Carmelo sarà esposta una stampa all’albumina del 1875 di Bourne e Shepherd avente come soggetto una cascata ghiacciata in India.

Dopo l’inaugurazione, la mostra è visitabile solo su appuntamento telefonando allo 02 76002414.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg