Giudiziaria Vittoria 24/04/2014 16:43 Notizia letta: 3240 volte

Caso Guarascio, parla il legale

Sequestro annullato
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-04-2014/1398350614-caso-guarascio-parla-il-legale.jpg&size=753x500c0

Vittoria - “Il processo penale deve ancora essere fatto. Stiamo discutendo solo di una misura cautelare. La scelta del collegio dei giudici non dimostra che Sciagura abbia ragione, né, quindi, che Guarascio abbia torto. Le indagini sono ancora in corso e ci auguriamo di ricevere, a breve, l'avviso di conclusione delle stesse. Poi affronteremo il processo. Vogliamo e speriamo solo che venga fuori la verità sostanziale”.

Così l'avvocato della famiglia Guarascio, Giulia Artini, commenta la scelta del Tribunale della Libertà di Ragusa di annullare il provvedimento di sequestro dell’immobile di Giovanni Guarascio, il muratore che si diede fuoco nel maggio del 2013 preferendo perdere la vita piuttosto che la casa. Secondo l'avvocato Artini il Riesame ha dato solo una lettura diversa rispetto al Gip Giovanni Giampiccolo che, ad inizio marzo, aveva accolto la richiesta del procuratore, Carmelo Petralia (che coordina l'inchiesta sulla procedura e messa all'asta della casa) di bloccare il passaggio dell'abitazione di via Brescia al nuovo proprietario, Orazio Sciagura, che l'aveva acquistata all'asta. L'abitazione era stata quindi affidata, in via provvisoria e con facoltà d'uso, alla vedova del muratore, la signora Giorgia Famà. I motivi del sequestro cautelare erano tentativo di estorsione e turbativa d’asta. Tre infatti, allo stato attuale, gli indagati per turbata libertà degli incanti, estorsione e falsità ideologica. Il sequestro preventivo era stato eseguito dalla Guardia di Finanza del Comando provinciale di Ragusa, che ha anche la delega sulle indagini.

Altro aspetto importante il fatto che il provvedimento del Tribunale è sì definitivo, ma non è stato ancora eseguito. Allo stato, tra l'altro, non si conosce la data in cui l'ufficiale giudiziario si 

Nadia D'Amato