Lettere in redazione Pozzallo

Il nostro peregrinare da Pozzallo a Donnafugata, passando per le zecche di Camarina

L’esenzione di responsabilità

Pozzallo - Gentile redazione di Ragusanews.com,
il 25 Aprile 2014 eravamo in compagnia di un gruppo di amici ed abbiamo deciso di trascorrere un giorno di festa all`insegna della riscoperta del territorio Ibleo.
Da Pozzallo ci siamo recati in auto fino al castello di Donnafugata e non ho potuto fare a meno che le indicazioni stradali per raggiungere il castello sono inesistenti.
Il primo cartello di segnalazione appare solo quando si e` giunti alla rotatoria di contrada piombo a Vittoria, il che significa che chiunque arrivi da Catania aeroporto e decida di noleggiare un auto per scoprire una tale bellezza, non vi riuscirà mai!
Altra nota dolente, nel pomeriggio ci siamo recati presso il museo di Kamarina e visitando la parte esterna che porta sugli scavi dell`agorà, abbiamo dovuto compilare una dichiarazione per declinare il museo dalle responsabilità in caso di incidenti dovuti al percorso a rischio, Zecche e qualsiasi altro agente patogeno , mancava solo la voce malaria e sarebbe stato simile agli avvisi ai viaggiatori che intendono recarsi nelle regioni sub-sahriane!
Per nulla dissuasi decidiamo di affrontare il percorso, le transenne in legno sono distrutte mentre la copertura in onduline degli scavi e` frantumata e sparsa per i campi.
Ieri osservavo dei turisti Inglesi che si sono fremati con noi a scambiare due parole ed ho subito carpito il loro sdegno e la loro sorpresa per tanta non curanza.
Ora mi chiedo perchè?
Perchè c`è questo andazzo? Questa mentalità?
Spesso parliamo di fare Turismo, e poi? Ci si perde in meno di un bicchier d'acqua, ci si perde da Pozzallo a Donnafugata!

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif