Attualità Ragusa 28/04/2014 16:54 Notizia letta: 4243 volte

E’ morto il medico missionario Antonio Salafia

Il cordoglio del sindaco
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-04-2014/e-morto-il-medico-missionario-antonio-salafia-500.jpg

Ragusa - “La notizia della scomparsa del medico ragusano Antonio Salafia che ha speso la sua vita al servizio dei malati di lebbra in India, ci rattrista enormemente”. Sono queste le parole espresse dal Sindaco di Ragusa Federico Piccitto che anche a nome dell’intera Amministrazione Comunale esprime le più sentite condoglianze ai familiari del nostro illustre compianto concittadino che vivono a Mumbay.

“Esprimo il cordoglio dell’Amministrazione e dell’ntera città – aggiunge il primo cittadino – per la perdita di un uomo che ha deciso di donare la propria esperienza di medico, specialista in microchirurgia, mettendola a disposizione di chi ha patito le sofferenze di una grave malattia come la lebbra”.

Il ricordo della Caritas

La Caritas insieme a tutti i benefattori ricordano con affetto e gratitudine Antonio Salafia, medico chirurgo ragusano scomparso improvvisamente sabato sera a Mumbay, dove viveva da oltre 40 anni operando tra i poveri più poveri. Apprezzato internazionalmente per i suoi studi e le sue tecniche nel curare la lebbra, non ne dimenticheremo mai l'infaticabile amore che mostrava per i propri malati, per i bambini in età scolare che non potevano permettersi gli studi, per le vedove e gli orfani, così come raccomanda la Bibbia. In oltre 15 anni di amicizia con la Caritas diocesana di Ragusa abbiamo realizzato, grazie alla sua figura di garante, centinaia di adozioni a distanza per assicurare gli studi a giovani sfortunati o costose operazioni a malati di lebbra.

Nell'ultima email - di aggiornamento periodico - ricevuta dalla caritas Diocesana il 4 aprile u.s.  Antonio ed Elizabeth ci lasciavano con questo appuntamento: .  Antonio ci hai preceduto nella vita celeste a cui tutti aspiriamo!

Alla moglie Elizabeth, ai figli, ai familiari e al suo staff vanno il nostro pensiero e le nostre condoglianze.

Martedì 29 aprile alle 19.00 presso la Cattedrale San Giovanni Battista, sarà celebrata una messa, quasi in coincidenza con i funerali in India, in suffragio di Antonio. 

Redazione